Strootman: «Raccattapalle spariti? La colpa è di chi li addestra»

strootman
© foto nella foto: esultanza gol Kevin Strootman

Il commento di Kevin Strootman, centrocampista della Roma, al termine della sconfitta nel derby contro la Lazio. E adesso c’è il Napoli in campionato…

Strootman dopo Lazio – Roma: polemica coi raccattapalle – 2 marzo, ore 9.00

Kevin Strootman vuole lasciarsi alle spalle la sconfitta ma non perde la sua vena polemica in un derby che è sembrato molto tranquillo, fatta eccezione per il trattamento riservato a Rüdiger. All’olandese non è andato giù il comportamento dei raccattapalle e in zona mista lo ha fatto presente: «Non possiamo dire niente a loro, sono solamente dei ragazzini e non possiamo farci niente. Certo che ci ha dato fastidio non avere palloni negli ultimi minuti, ma bisognerebbe prendersela con chi dà loro certe indicazioni, di sicuro non con questi bambini!».

Strootman dopo Lazio – Roma: una sconfitta che brucia

Da buon guerriero Kevin Strootman ha voglia di mettersi alle spalle la sconfitta nel Derby contro la Lazio. Il centrocampista olandese, intervistato ai microfoni Rai Sport, ha rilasciato queste dichiarazioni per commentare il 2-0 maturato nella gara di andata della semifinale di Tim Cup: «E’ una brutta sconfitta, non è stata la nostra miglior partita. Non abbiamo iniziato male la partita, avendo subito un’occasione da gol: tanto possesso ma non siamo riusciti a creare occasioni da gol, se non con Nainggolan e Salah. Loro hanno giocato bene, facendo un gol e si sono messi in difesa: c’era poco spazio per poter fare qualcosa di più e non siamo riusciti a fare gol. Napoli? Adesso dobbiamo dimostrare sul campo che siamo forti e faremo tutto per vincere qualcosa, adesso ci sarà questa partita contro un avversario fortissimo. Siamo professionisti e veniamo pagati bene, dopo una brutta sconfitta così sarà ancora più facile giocare una partita del genere. Un calciatore della Lazio che mi ha sorpreso? Sapevamo che loro sono forti, Immobile ha giocato una grande partita».