Connettiti con noi

Coppe Europee

Superlega, spunta una lettera «Non vogliamo sostituire la Champions League»

Pubblicato

su

In una lettera rivolta al presidente dell’UEFA i club della Superlega hanno chiesto ufficialmente di collaborare

Dopo le minacce dei due uomini Uefa Gianni Infantino e Aleksander Ceferin, il The Associated Post ha pubblicato una missiva che sarebbe stata inviata ai due presidenti da parte degli uomini legali della neonata Superlega che chiarirebbe ulteriormente quali sono gli intenti per il futuro. A riportarla è InterNews:

«La vostra dichiarazione formale ci obbliga a prendere misure protettive per proteggerci da una tale reazione avversa, che non solo metterebbe a repentaglio l’impegno del finanziamento, ma, in modo significativo, sarebbe illegale . Per questo motivo, SLCo (Super League Company) ha presentato una mozione davanti ai tribunali competenti al fine di garantire l’istituzione e il funzionamento senza soluzione di continuità della competizione in conformità con le leggi applicabili. È nostro dovere, in qualità di membri del consiglio di SLCo, garantire che tutte le azioni ragionevoli disponibili per proteggere gli interessi della competizione e dei nostri stakeholder siano debitamente intraprese, dato il danno irreparabile che si subirebbe se, per qualsiasi motivo, fossimo privati ​​di l’opportunità di formare tempestivamente il torneo e distribuire i proventi. Il torneo deve essere giocato insieme alle attuali competizioni nazionali di campionato e coppa, che sono una parte fondamentale del tessuto competitivo del calcio europeo. Non cerchiamo di sostituire la UEFA Champions League o l’Europa League, ma di competere ed esistere accanto a quei tornei»

Advertisement