Connettiti con noi

Calcio Estero

Swansea, i tifosi contestano l’esonero di Guidolin

Pubblicato

su

guidolin udinese swansea

Guidolin esonerato dallo Swansea, ma i tifosi-soci non ci stanno: «Siamo delusi, non siamo stati coinvolti nella decisione»

Francesco Guidolin era entrato nei cuori dei tifosi dello Swansea, e il suo addio ha fatto male. Ma ha fatto ancora più male non essere stati neanche calcolati dai nuovi proprietari americani al momento della decisione di esonerarlo, poichè il 21,8% delle quote societarie appartiene proprio ai supporters bianconeri, che si aspettavano – come da accordi presi con la nuova società – di poter esprimere un parere a riguardo.

CONTESTAZIONE – I tifosi hanno perciò espresso il rammarico tramite un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale, in cui si definiscono “delusi per il fatto di non essere stati coinvolti nella decisione di rimuovere Francesco dalla sua posizione né nella nomina del suo successore, nonostante le precedenti assicurazioni dei nuovi azionisti di maggioranza di lavorare a stretto contatto con il Trust”. Poi ringraziano il tecnico italiano e il suo staff per la professionalità mantenuta durante queste settimane di rumors e speculazioni sul loro futuro.

MALCONTENTO IN FRANCIA – Il successore di Guidolin sarà Bob Bradley, primo tecnico nordamericano ad allenare una squadra di Premier League. E se in Inghilterra non hanno preso bene la decisione, in Francia non sono da meno: infatti, come riportato da L’Equipe, i tifosi del Le Havre sono arrabbiati per l’addio del proprio (ex) tecnico, in particolare per il fatto che l’annuncio sia arrivato a poche ore dalla sfida contro il Sochaux. Nel frattempo, Bradley è arrivato in Galles con tutti contro: da un sondaggio è emerso che la sua nomina è considerata sbagliata dal 79% del suo nuovo pubblico.