Connettiti con noi

Azzurri

Bentornato Zaniolo: la sua rinascita serve più di Balotelli e Joao Pedro

Pubblicato

su

zaniolo

La sfida continentale tra Roma e Zorya ci ha restituito uno Zaniolo scintillante: la migliore delle notizie anche per il Commissario Tecnico della nostra Nazionale Roberto Mancini

Finalmente Zaniolo. Il talento forse più raffinato ed entusiasmante del calcio italiano è tornato a battere un colpo. Chiaro, la resistenza degli ucraini dello Zorya non è stata esattamente strenua, ma i segnali sono stati quanto mai confortanti. Accelerazioni, strappi, assist e gol, insomma tutto il campionario di Nicolò tirato a lucido ed esposto nella vetrina dello Stadio Olimpico.

Oltretutto le ultime settimane erano state preoccupanti, con quelle panchine per scelta tecnica a gettare nuove ombre. Invece le esultanze passionali insieme ai compagni, in particolare quella con Felix Afena-Gyan al Ferraris, erano state sottolineate anche da Mourinho per spirito e positività d’animo.

E le dichiarazioni dell’attaccante giallorosso dimostrano una certa maturità, per molti versi inattesa: «Le due panchine di fila mi hanno fatto riflettere, sono state scelte del mister e le ho accettate. Mi piace essere sotto pressione e rispondere sul campo».

Una serenità ben espressa nella serata di Conference League che ora necessita però di continuità e nuove conferme. Troppo importante l’appuntamento della nostra Nazionale a marzo per tralasciare la classe purissima di Zaniolo.

Perché gli spareggi che attenderanno gli Azzurri in quota Mondiali 2022 hanno messo davvero in stato d’allerta l’intero paese. Al punto di richiamare in causa il feticcio Mario Balotelli o di accelerare le pratiche per la naturalizzazione di Joao Pedro, argomento sul quale lo stesso Presidente Federale Gravina ha espresso il suo benestare.

Ma con tutto il rispetto per l’ex Inter e Milan e per la stella di nascita brasiliana del Cagliari, non c’è dubbio che ritrovare il vero Nicolò Zaniolo possa essere la migliore delle notizie per Roberto Mancini e, in fondo, per tutti i tifosi italiani.

SIAMO DAVVERO PRONTI PER BALOTELLI DI NUOVO IN NAZIONALE? – VIDEO