Esonero Juric, per ora Preziosi lo conferma ma il derby sarà decisivo

juric genoa
© foto www.imagephotoagency.it

Cambio della guardia in casa Genoa? Esonero Juric: per il tecnico ultima occasione nel derby. Nicola verso l’Udinese, spunta Tudor

«Juric in bilico? Si criticava Ancelotti dopo due partite di campionato…ha avuto un calendario difficile ma la squadra ha fatto bene, non dimentichiamo la prova contro la Juve» ha detto il dg del Genoa Perinetti nel corso di una recente intervista. Il calendario non è stato semplice, ma il tecnico ha collezionato solo 2 punti in 5 giornate e il presidente Preziosi, dopo la sconfitta subita anche contro il Napoli sabato sera, è già pronto a un nuovo ribaltone in panchina. Esonero Juric? Il tecnico è ormai da settimane sulla graticola, specie dopo la pesante sconfitta subita dall’Inter e le critiche per la panchina iniziale a Piatek. Ora rischia il posto, ma è possibile che la società gli conceda un’ultima grande occasione, dopo la sosta, proprio nel derby contro la Sampdoria.

Secondo le ultime indiscrezioni, il presidente Preziosi ha già prealleartato numerosi allenatori. Tra i nomi dei possibili ed eventuali sostituti spunta quello dell’ex Udinese (lo scorso anno) Igor Tudor: l’ex difensore juventino avrebbe superato Davide Nicola destinato, guarda caso, a prendere proprio le redini della squadra friulana nei prossimi giorni. Attenzione anche ad altre suggestioni come ad esempio Cesare Prandelli, che non allena in Serie A dal 2010 e piace anche al Bologna che potrebbe esonerare Pippo Inzaghi. Attenzione poi a Claudio Ranieri che avrebbe acquistato un appartamento a Genova (preludio all’imminente ingaggio da parte del club rossoblù?). Rumors parlano anche di un presunto avvistamento di Zdenek Zeman dalle parti di Pegli. Staremo a vedere, anche se Preziosi sembra intenzionato, almeno pubblicamente, a continuare con il croato: «Ampia fiducia in Juric», ha confidato ai microfoni dei giornalisti.

Lo stesso Preziosi, sulle pagine de Il Secolo XIX, ha spiegato la sua scelta nonostante la sconfitta col Napoli: «La squadra ha fatto una buona prestazione e ha perso alla fine solo per un episodio. Stavolta è stata un’autorete, in questo momento non siamo fortunati.  Penso che lavorando così si potrà venirne fuori. La squadra ha dato dei segnali incoraggianti e non ci sono più solo episodi come accadeva con Ballardini. Tutti noi, però, siamo legati ai risultati e sono fondamentali, devono iniziare ad arrivare. E adesso ci sono due settimane per preparare il derby». Proprio il derby, per Juric, rappresenterà una tappa fondamentale per la sua panchina.