Crisi Pescara, i tifosi contestano ancora Sebastiani

45
crisi pescara sebastiani
© foto www.imagephotoagency.it

Crisi Pescara: la sfida di ieri pomeriggio contro l’Atalanta, persa nettamente per 3-0, ha alimentato ulteriormente le contestazioni dei supporters

Crisi Pescara. Il Delfino non ha reagito neanche contro l’Atalanta, collezionando la 22esima sconfitta in 29 giornate di Serie A. Pur sapendo il risultato dell’Empoli contro il Napoli, il Pescara è sceso in campo allo stadio Atleti Azzurri d’Italia dimostrando di essere una squadra senz’anima, come sottolinea il quotidiano Il Centro. Sono stati circa 100 i tifosi che hanno seguito la squadra nella complicata sfida esterna in programma a Bergamo, molti appartenenti al gruppo organizzato Rangers, i quali hanno affisso nel settore ospiti uno striscione contro Sebastiani che invitava il Presidente a lasciare Pescara. Ora, però, ci sarà tempo per ricaricarsi soprattutto mentalmente vista l’incombente sosta per le gare delle Nazionali che vedranno impegnati anche alcuni abruzzesi: Memushaj sfiderà l’Italia con la sua Albania, Cerri e Verre saranno, invece, chiamati a difendere i colori dell’Under 21 azzurra. In attesa della sfida del 2 aprile contro il Milan di Montella: servirà un miracolo per trasformare la contestazione in applausi.

Condividi