Giudice Sportivo ottava giornata Serie A: 3 squalificati

49
antonini
© foto www.imagephotoagency.it

Giudice Sportivo ottava giornata Serie A: 3 squalificati. Le decisioni dopo la giornata numero 8 del campionato di A 2016/2017

Giudice Sportivo ottava giornata Serie A: 3 squalificati. Sono 3 i giocatori fermati dal Giudice Sportivo dopo l’ottava giornata del campionato di A 2016/2017. Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, ha sanzionato con una giornata di squalifica per Coda (Pescara), Lazovic (Genoa) e Radu (Lazio).

UN TURNO ANCHE PER JURIC – Fermato anche l’allenatore del Genoa Juric (per lui anche un’ammenda di 5mila euro: «JURIC Ivan (Genoa): perché, al 38° del secondo tempo, nonostante fosse stato più volte richiamato durante la gara, manifestava platealmente dissenso nei confronti di una decisione arbitrale, nonché, successivamente al provvedimento di allontanamento, tentava per due volte con fare minaccioso di entrare in contatto con il Direttore di gara, in entrambi i casi trattenuto da calciatori della propria squadra».

LE AMMENDE – Punite Genoa e Napoli con due ammende: «Ammenda di € 15.000,00 con diffida : alla Soc. GENOA per avere suoi sostenitori, al 38° del secondo tempo, in occasione dell’allontanamento del proprio allenatore, ripetutamente lanciato monetine ed altri oggetti, tra le quali bevande che bagnavano l’Arbitro addizionale n.2, nonché per aver lanciato monetine nei confronti di un Assistente senza colpirlo; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza. Ammenda di € 5.000,00 : alla Soc. NAPOLI per avere suoi sostenitori, all’8° del secondo tempo, lanciato nel recinto di giuoco numerose bottigliette semipiene; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza».

Condividi