FIGC, Gravina sfida Tavecchio: «Non chiudo la porta»

29
osvaldo
© foto www.imagephotoagency.it

Si parla di Gabriele Gravina come presidente della FIGC, o almeno come sfidante di Carlo Tavecchio per la poltrona di vertice massimo del calcio italiano

Gabriele Gravina potrebbe sfidare Carlo Tavecchio nelle elezioni a nuovo presidente della FIGC. L’attuale vertice della Lega Pro infatti ha dichiarato: «Se mi candido alla guida della Federcalcio? Non chiudo la porta, ma per prima cosa devo rispettare gli impegni con le società di Lega Pro che sono fiduciose nell’operato del proprio presidente. Si tratta di una possibilità teorica e remota».

SOSTENIBILE – «Comunque sono dell’idea che chiunque si candidi alla presidenza debba dare garanzie di sostenibilità alla Lega Pro e debba anche tenere il nostro lavoro in considerazione. Per prendere i voti della Lega Pro bisogna avviare un processo di confronto e garantirne il futuro. Tavecchio ha dato la sua disponibilità ma servono impegni e riforme e non solo parole. Tutto questo passa attraverso la sostenibilità e non attraverso i programmi politici» ha continuato Gravina, come riporta La Gazzetta dello Sport.

Condividi