Inter e la mostruosa commissione all’amico di Kia: la verità su Gabigol

© foto www.imagephotoagency.it

Inter: guai in vista per l’attaccante brasiliano, con Calciomercato.com che svela un clamoroso retroscena sull’arrivo del giocatore a Milano. Ci sarebbe una commissione galeotta versata all’amico di Kia Joorabchian

L’avventura di Gabigol in Italia non ha certo preso una buona piega. L’Inter, con il passare delle settimane, sta andando a picco e il brasiliano continua a trovare spazio con il contagocce. Una situazione imbarazzante, che potrebbe indurre la società a cedere il giocatore già in estate. Proprio sull’arrivo di Gabigol all’Inter è spuntato un documento inedito, riportato da Calciomercato.com. Il portale racconta tutti i dettagli dell’operazione condotta con il Santos, costata ai nerazzurri circa 30 milioni di euro. Soldi che, il club carioca, ha incassato solo in parte, ricevendone il 40%, mentre la restante parte è suddivisa fra il giocatore e la Doyen Sports Investments, la società che ha in mano diversi grandi talenti in giro per il mondo. Anche lo stipendio è da prendere in considerazione, con Gabigol che percepisce 30 milioni lordi spalmati su cinque anni. Tradotto, 6 milioni lordi all’anno: mica male per una riserva. Ma sono i dati sulle commissioni pagate che fanno scalpore, visto che calciomercato.com parla di quattro milioni di euro, oltre il 13% sul valore dell’acquisizione del calciatore. Commissione versata a Giuliano Pacheco Bertolucci, titolare della Bertolucci Assessoria e Propaganda, uomo molto vicino a Kia Joorabchian, il consulente di mercato di Suning che si è occupato del mercato nerazzurro dietro le quinte, agendo all’ombra di Ausilio. Bertolucci, secondo i documenti riportati dalla testata, avrebbe intascato la generosa somma in 12 rate (8 da 350 mila euro e le restanti 4 da 300 mila), che dovranno essere versate 30 settembre 2016 e il 30 giugno 2019. Insomma, l’arrivo di Gabigol in Italia ha fatto il bene di tante persone, ma non quello dell’Inter. E ora, i dubbi dei tifosi, sembrano essere suffragati dai fatti e da una trattativa di mercato sempre meno limpida…

Condividi