Roberto Muzzi: «Bella Roma e sul gol di Florenzi…»

2
© foto www.imagephotoagency.it

L’ ex attacante giallorosso ci dice la sua sulla sfida di Champions League tra Roma e Barcellona

Chi ben comincia e già a metà dell’ opera. Questo proverbio calza a pennello per il momento che sta vivendo la Roma di Rudy Garcia. Un inizio di stagione assolutamente positivo, dopo il pareggio nella prima di campionato contro il Verona, unico neo di questa prima fase, i giallorossi hanno affrontato e battuto Juventus e Frosinone. Ma forse il risultato più importante è arrivato ieri sera, perché pareggiare contro i campioni d’ Europa in carica del Barcellona può essere un’ iniezione di fiducia assoluta per il proseguo dell’ annata. La redazione di calcionews24.com ha intervistato Roberto Muzzi ex giocatore e attualmente allenatore degli allievi nazionali del club capitolino.

 

1-1 contro il Barcellona. Che Roma ha visto ieri sera?

«Una bella Roma, che non ha dato spazio ai catalani, perché lasciare spazio a Messi, Neymar e Suarez poteva far diventare la sfida a dir poco dura. E’ stata preparata molto bene, hanno aspettato il Barcellona e hanno cercato di ripartire in contro piede».

 

Secondo lei quanto è servito l’ 1-7 dello scorso anno contro il Bayern Monaco?

«Credo molto. Quando si incontrano questo genere di squadre, che fanno molto possesso palla e hanno così tanta qualità, diventa fondamentale occupare bene il campo e non lasciare spazi».

 

Crede che questo pareggio possa portare un’ ondata di entusiasmo talmente grande da rivelarsi addirittura un’ arma a doppio taglio?

«Penso di no. La Roma ha fatto una grandissima partita contro una delle squadre più forti al mondo, ma come ha detto Mister Garcia, c’è ancora molto da lavorare, potevano fare meglio e comunque bisogna tenere i piedi ben saldi a terra».

 

Un commento anche sull’ euro-gol di Alessandro Florenzi

«Sono molto felice per lui, perché so che ha questi colpi, li prova anche durante gli allenamenti. Ho sentito dire che non ha qualità, ma invece ne ha e molta, è un giocatore assolutamente completo».

Condividi