Albiol, patto col Napoli: no al Valencia per inseguire lo Scudetto

albiol napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore pronto a rifiutare tutte le offerte, anche quelle superiori alla clausola rescissoria: si aggiunge agli altri senatori che hanno stretto un patto con De Laurentiis e Sarri per continuare a inseguire il sogno tricolore

Quattro stagioni a Napoli, e non si fermerà qui. Raul Albiol, difensore centrale colonna della squadra partenopea sia nella gestione Benitez che in quella di Maurizio Sarri, resterà ancora sotto al Vesuvio come previsto dal suo contratto in scadenza nel 2020. Una conferma che non era scontata, data la clausola rescissoria fissata a 6 milioni sul suo cartellino e che il Valencia (club in cui Albiol ha militato dal 2005 al 2009 che da sempre sogna un suo ritorno) si è detto disposto a pagare dopo i vari rifiuti a tutte le proposte recapitate. L’ultimo “no” è quello da registrarsi in questi giorni e giunto dal diretto interessato, che ha dato ancora una volta una risposta netta e si è dimostrato così pronto a restare di sua ferma volontà anche qual ora la palla passasse a lui; si andrà ad aggiungere alla lista di uomini che hanno giurato fedeltà a De Lurentiis e Sarri per il loro progetto: non un rinnovo come quello degli altri top player della rosa, poiché il suo contratto era già stato prolungato un anno fa, ma comunque un altro dei giocatori di maggiore affidamento per gli azzurri pronto a continuare a inseguire con basi sempre più solide il sogno chiamato tricolore.

SOGNO SCUDETTO- Una parola che inizia a liberarsi dell’aurea di scaramanzia tipica partenopea, dopo gli ultimi campionati finiti a poca distanza dai Campioni d’Italia. Albiol si dimostra coerente con le sue ultime dichiarazioni di appena un mese fa «Vincere lo Scudetto a Napoli per me eguaglierebbe la vittoria del Mondiale. Se dovesse succedere i tifosi ci ricorderebbero per tutta la vita», questo nonostante il suo procuratore sia lo stesso che cura gli interessi di Reina in rottura col club. Il portiere rappresenta però un eccezione a questo momento della società azzurra, che sta programmando la nuova stagione ricominciando da dove aveva finito e compattandosi: le altre fanno le squadre, il Napoli 2017-18 per ora “fa squadra”.