Algarve Cup, si comincia: Italia pronta al prestigioso torneo dopo 12 anni

Portogallo Italia femminile
© foto www.imagephotoagency.it

La Nazionale femminile italiana scende in campo per l’Algarve Cup 12 anni dopo l’ultima partecipazione: tutto sul prestigioso torneo

3 mesi dopo gli ultimi impegni per le qualificazioni all’Europeo, la Nazionale femminile si ritrova per inaugurare un nuovo percorso. Le azzurre si sono ritrovate il 28 febbraio a Roma e nella giornata del 29 sono partite alla volta di Lisbona, dove hanno poi raggiunto Vilamoura, città nel distretto di Algarve, dove si disputerà l’omonima Coppa.

Le azzurre, infatti, prenderanno parte all’Algarve Cup dal 4 all’11 marzo. Il prestigioso torneo, inaugurato nel 1994, non vede la partecipazione delle azzurre da ben 12 anni. Quest’anno l’Italia ci sarà, ma non solo: la squadra di Milena Bertolini, reduce dal Mondiale rivelazione ma anche dall’ottimo percorso nelle qualificazioni all’Europeo, proverà a migliorare il piazzamento, che vede come massimo risultato un quarto posto raggiunto nel 2004.

Nazionale femminile, il cambio nelle convocazioni di Bertolini

Negli ultimi giorni c’è stata una “rivoluzione” nelle convocazioni di Bertolini: il Milan femminile ha infatti deciso di non mandare in Nazionale le proprie ragazze – Fusetti, Bergamaschi, Tucceri Cimini e Giacinti. Al posto delle rossonere, sono state convocate Lenzini, Tortelli, Caruso e Tarenzi.

La scelta del club rossonero è da attribuire all’emergenza Coronavirus. La società ha infatti scelto di non mandare le proprie calciatrici per limitare il contatto con le colleghe: scelta opposta quella a dell’Inter, che invece ha accettato la convocazione l’attaccante Tarenzi.

Algarve Cup: le squadre partecipanti e il format

A partecipare all’Algarve Cup, oltre alle azzurre, saranno Germania, Svezia, Danimarca, Norvegia, Belgio, Nuova Zelanda e il Portogallo padrone di casa. Proprio contro le lusitane ci sarà l’esordio dell’Italia, nel match valido per i quarti, che si disputerà il 4 marzo alle 21:15.

Le squadre vincenti nei quarti disputeranno poi le semifinali, con eventuale finale e scontro per terzo e quarto posto. Le perdenti, invece, si sfideranno in gare valide per il posizionamento dal quinto all’ottavo posto. La finale è prevista per l’11 marzo.