Allegri stuzzica: «Mi interessa essere primo a maggio non ora. Higuain? Forse non ci sarà»

allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri commenta così la gara vinta dalla Juventus contro il Crotone, e non rinuncia a qualche frecciatina al Napoli

È soddisfatto Massimiliano Allegri nel post partita di Juventus – Crotone. La squadra dopo un primo tempo opaco ha iniziato bene la ripresa chiudendo la partita in quindici minuti. Allegri inizia a commentare il match partendo dalla difesa, che è finalmente tornata solida con Buffon imbattuto dopo diverse giornate: «Il miglioramento in difesa non dipende dalle modifiche tattiche che ho apportato: oggi avevamo un giocatore difensivo in più, ma il fatto è che piano piano stiamo tutti migliorando la condizione fisica. Questo fa ben sperare, perché sarà difficile quest’anno, con tante squadre che hanno l’obiettivo di battere la Juventus»

Discorso a parte sul Napoli e sulle pretendenti al titolo, il piano dell’allenatore è ben delineato: «Il nostro di obiettivo è ancora quello di arrivare a marzo agganciati al gruppo di testa per poi giocarci lo sprint finale. Al San Paolo si affronteranno due squadre che lottano per il campionato, ma è ancora lunga la stagione: noi finora abbiamo fatto ottime cose, loro straordinarie, ma non sono i pochi punti di distacco che ci sono ora a fare la differenza». Frecciatina finale per gli azzurri: «La differenza la faranno i punti di distacco a maggio, non mi interessa essere primo adesso. Noi stiamo facendo quello che dobbiamo fare, anche se bisogna continuare a lavorare per non lasciare per strada qualche punto come in qualche occasione ci è capitato»

Chiusura su Higuain che potrebbe diventare il grande assente del match per un problemino alla mano: «Gonzalo aveva male alla mano, domani faremo degli esami e valuteremo. Magari contro il Napoli non ci sarà neanche»