Ancelotti, ritorno a San Siro con espulsione: «Mi è scappata una parolaccia»

Ancelotti, ritorno a San Siro con espulsione: «Mi è scappata una parolaccia»
© foto www.imagephotoagency.it

Partita amara per Carlo Ancelotti contro il Milan: il ritorno a San Siro dell’ex tecnico rossonera è macchiata da un’espulsione nel finale

Uno 0-0 inutile per entrambe le squadre. Milan e Napoli escono scontente dallo scontro diretto di San Siro. Scontente e piene di rimpianti visto che di occasioni ce ne sono state a sufficienza da ambo le parti. Bravi Donnarumma e Ospina a lasciare la porta immacolata e fissare il risultato sullo 0-0. Partita, tuttavia, caratterizzata nel finale da tanta confusione: prima Fabian Ruiz viene espulso per un tocco di mano (inesistente) in mezzo al campo. Poi, pochi minuti dopo, stessa sorte tocca a Carlo Ancelotti.

Il tecnico partenopeo viene allontanato dal campo per proteste a seguito dell’espulsione del centrocampista spagnolo. Doveri non gradisce e in pieno recupero lo espelle, segnando così un ritorno amaro a San Siro per uno dei tecnici più vincenti della storia del Milan. L’allenatore di Reggiolo ha chiarito l’accaduto parlando nel post partita ai microfoni di “DAZN”. «Mi è scappata una parolaccia di 5 lettere, – ha rivelato – che inizia con la C e finisce con la O. Mi ha fatto arrabbiare la seconda ammonizione di Fabian che non era nemmeno giallo. Speriamo che ce la tolgano, anche se sarà difficile».