Argentina-Italia 2-0: pagelle e tabellino

diego perotti banega argentina
© foto www.imagephotoagency.it

Argentina-Italia, amichevole internazionale 2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

ArgentinaItalia 2-0, la decidono Banega e Lanzini in una ripresa in cui gli azzurri avevano risposto con una discreta produzione calcistica. Male invece l’Italia nella prima frazione di gara, quando invece l’Argentina non era riuscita a capitalizzare la superiorità tecnica mostrata. Risultato dunque che ci sta e che non lancia segnali particolarmente incoraggianti per il nuovo ciclo azzurro.

Argentina-Italia 2-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: st 30′ Banega, 40′ Lanzini

Argentina (4-2-3-1): Caballero 6.5; Bustos 6.5 (44′ st Mercado s.v.), Fazio 6, Otamendi 6.5, Tagliafico 6; Biglia 6, Paredes 6 (18′ st Banega 7); Lanzini 6.5, Lo Celso 5.5 (31′ st Pavon s.v.), Di Maria 7 (18′ st Perotti 5.5); Higuain 6. A disposizione: Romero, Acuna, Messi, Guzman, Mascherano, Perez, Rojo, Correa, Martinez. Allenatore: Jorge Sampaoli

Italia (4-3-3): Buffon 6.5; Florenzi 5.5 (16′ st Zappacosta 6), Bonucci 6, Rugani 6, De Sciglio 5.5; Parolo 5.5 (16′ st Pellegrini 6), Jorginho 5 (41′ st Belotti s.v.), Verratti 6.5 (26′ st Cristante 6); Chiesa 6.5 (16′ st Candreva 6), Immobile 5 (29′ st Cutrone s.v.), Insigne 5. A disposizione: Donnarumma, Perin, Ferrari, Darmian, Ogbonna, Bonaventura, Spinazzola, Verdi, Gagliardini. Allenatore: Luigi Di Biagio

ARBITRO: Martin Atkinson (Inghilterra)

ARGENTINA – IL MIGLIORE

Di Maria 7: Nella prima frazione di gara è l’unico tra gli attaccanti delle rispettive compagini a trovare continuità nella sua azione: tante iniziative, personali e per i compagni, è la luce di un’Argentina che a volte tende a rallentare troppo la sua manovra e a stopparne il raggio. Meno incisivo nella ripresa, Sampaoli gli fa tirare il fiato e manda in campo Perotti.

ARGENTINA – IL PEGGIORE

Lo Celso 5.5: Appare un corpo spurio per largi tratti della gara, quando fa fatica ad inserirsi nel palleggio argentino e viene meno nella funzione di uomo tra le linee. Quando si accende dimostra di avere buoni numeri, ma con la competizione nel suo settore dovrà fare di più per guadagnarsi un posto nello scenario di Russia 2018.

ITALIA – IL MIGLIORE

Verratti 6.5: Tra i simboli del sonoro fallimento azzurro, stasera prova a riscattarsi o quantomeno a dettare la linea futura: accostato a Jorginho, la soluzione del doppio regista per lui (meno per Jorginho) ha funzionato, proprio perché de-responsabilizzato dal dover gestire l’intero palleggio azzurro. Tanti i filtranti depositati sui piedi degli attaccanti, bene anche in uscita dalla difesa.

ITALIA – IL PEGGIORE

Insigne 5: Manca un gol clamoroso a tu per tu con Caballero sull’assist di Immobile, situazione che necessariamente incide sul computo della gara e della sua prestazione, che per intraprendenza non era stata negativa, ma che si scontra con un’occasione imperdibile per uno della sua qualità.

Argentina-Italia: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – L’Italia riesce a fare meglio rispetto alla prima frazione di gara in termini di produzione offensiva ma proprio nella ripresa perde la contesa: segnano Banega e Lanzini, l’Argentina nella sostanza capitalizza la superiorità mostrata nei primi quarantacinque minuti.

45′ – Fischio finale: Argentina-Italia 2-0!

43′ – Di Biagio invita i suoi a non perdere le distanze tra i reparti

40′ – RADDOPPIO ARGENTINA – Contropiede orchestrato da Higuain, situazione di tre contro due, palla a Lanzini che si coordina con tutta calma e batte imparabilmente Buffon.

39′ – Higuain per Perotti, diagonale dell’argentino, Buffon risponde con i piedi

37′ – Ora l’Italia si gioca il tutto per tutto per trovare un pareggio che nella prima frazione non avrebbe meritato, ma che nella ripresa ci poteva stare eccome

34′ – Pressing di Pellegrini su Otamendi, per poco il pallone non termina nella porta argentina

33′ – Italia colpita proprio quando si lasciava preferire agli avversari sul piano della proposizione offensiva

30′ – VANTAGGIO ARGENTINA – Jorginho perde un pallone mortifero in disimpegno, ne approfittano i sudamericani con un’azione in rapidità, conclusa dal tiro in controtempo di Banega, sorpreso Buffon nel momento migliore degli azzurri!

27′ – Bene Perotti sulla respinta di Rugani: il tiro si alza alla fine e non trova lo specchio della porta

24′ – Cross di Lanzini, Higuain ci prova di tacco ma manca il pallone

23′ – Doppia conclusione, tutta partenopea: Insigne prova la soluzione a giro su assist di Verratti, poi la ribattuta ed il tentativo di Jorginho

20′ – Tutt’altra Italia nella ripresa, che si lascia preferire ad un’Argentina meno fluida

17′ – Battuta potente del subentrato Candreva: Caballero respinge sul lato

16′ – Altra conclusione azzurra: Florenzi sugli sviluppi di un corner, palla a lato

15′ – Sinistro di Verratti per Immobile, stoppato dall’estremo difensore avversario: ottima Italia nella ripresa

13′ – Eccellente servizio di Chiesa che si era sovrapposto a Florenzi, Insigne non riesce a firmare il tap-in da pochi passi, anticipato da Caballero

12′ – Altro sinistro di Di Maria: manca potenza

9′ – Ottimo break di Verratti che salta un paio di avversari, nulla di fatto sugli sviluppi

4′ – Cross di Di Maria per Lanzini, che a due passi da Buffon manca un comodo colpo di testa

3′ – Paredes sbaglia in disimpegno e favorisce l’azione di Immobile, assist per Insigne che a tu per tu con Caballero fallisce un gol clamoroso!

2′ – Punizione ben calciata da Insigne, nessun azzurro riesce a trovare il colpo di testa vincente

1′ – Si riparte: via alla ripresa di Argentina-Italia

SINTESI PRIMO TEMPO – Deludente la prima mezzora di gioco, complessivamente giocata su ritmi blandi, poi un bel finale dell’Argentina: un paio di occasioni nitide, su tutte quella che ha visto interessati i due calciatori della Juventus, conclusione ravvicinata di Higuain e parata di Buffon che lascia invariato il risultato e l’equilibrio.

45′ – Occasione d’oro per l’Argentina! Filtrante geniale di Di Maria per Higuain che angola con il sinistro ma trova l’opposizione di Buffon! Si va all’intervallo sul risultato di 0-0

44′ – Azione rapidissima dell’Argentina che mira a liberare al tiro Tagliafico, conclusione centrale che non impensierisce Buffon

42′ – Recupero palla di Paredes e scarico su Lo Celso che ritarda la scelta e vanifica la transizione

39′ – Prima vera chance della gara: bolide di Paredes dai trenta metri, il pallone esce per questione di centimetri alla destra di Buffon

36′ – Per distacco Di Maria il più attivo dell’Argentina: altro spunto sulla sinistra, palla verso il centro che però non trova i compagni

34′ – Di Maria per Lo Celso che calcia di esterno, respinta dubbia di Rugani con le braccia, comunque vicine al corpo

32′ – Tiro-cross di Di Maria che non trova un accorrente: vita facile per Buffon

30′ – Ritmi molto bassi in questa prima mezzora: sostanzialmente non è accaduto davvero nulla

26′ – Bella iniziativa di Insigne per Immobile, ancora reattivo Caballero in uscita bassa

25′ – Higuain per Lo Celso, bene Rugani sulla traiettoria

24′ – Buona uscita palla al piede di Verratti, da una situazione di gioco piuttosto complessa

21′ – Italia che cerca con continuità Chiesa sul versante destro: Florenzi sbaglia di poco i giri

20′ – Al momento sia gli uomini di Sampaoli che quelli di Di Biagio faticano a gestire con qualità il palleggio

17′ – Riflesso di Buffon sul potente colpo di testa di Otamendi

16′ – Lo Celso in profondità per Higuain, ben controllato da Rugani

15′ – Lancio di Jorginho per innescare Chiesa, anticipato da Caballero in uscita

12′ – Numero di Di Maria su Chiesa che lo aveva seguito per l’intera corsia, Bonucci respinge il suo cross

9′ – Insigne per Parolo: colpo di testa alto

8′ – Pressing di Immobile su Otamendi, che se la cava con apprensione

5′ – Sinistro di Di Maria: controlla Buffon

4′ – Paredes per Bustos che crossa verso Higuain, girata di prima intenzione del Pipita che però non trova l’impatto necessario con il pallone

1′ – Fischio d’inizio: via ad Argentina-Italia

L’Argentina per preparare al meglio il suo cammino verso Russia 2018, l’Italia per provare a costruire sulle ceneri del più doloroso fallimento della sua storia: la mancata qualificazione al prossimo Mondiale. La nazionale, attualmente affidata all’ex selezionatore dell’Under 21 Gigi Di Biagio, riparte da molti volti noti e da alcune novità chiamate a riconsegnare alla spedizione quel tasso di freschezza ed imprevidibilità clamorosamente mancato nel biennio Ventura. Tra pochi minuti via alla cronaca live con gli aggiornamenti in tempo reale sull’amichevole internazionale Argentina-Italia. Scelte ufficiali: Messi non recupera e non andrà in campo dal primo minuto, sulla trequarti della Selecciòn lo rileverà Lo Celso. Nell’Italia invece regolarmente in campo Jorginho, in cabina di regia, ai cui lati agiranno Parolo e Verratti. Novità Chiesa nel tridente offensivo: escluso Candreva rispetto alle indicazioni della vigilia.

Argentina-Italia: formazioni ufficiali

Argentina (4-2-3-1): Caballero; Bustos, Fazio, Otamendi, Tagliafico; Biglia, Paredes; Lanzini, Lo Celso, Di Maria; Higuain. Allenatore: Jorge Sampaoli

Italia (4-3-3): Buffon; Florenzi, Bonucci, Rugani, De Sciglio; Parolo, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne. Allenatore: Luigi Di Biagio

Argentina-Italia: probabili formazioni e pre-partita

I due grandi dubbi di formazione ineriscono agli impieghi di Messi da una parte e Jorginho dall’altra, condizionati da due problemi muscolari: non dovessero farcela, la Pulce sarebbe rilevata da Lo Celso mentre il regista partenopeo da Cristante, con Verratti che scalerebbe nel mezzo per completare la mediana con Parolo. Il tridente invece sarà composto – come da indicazioni – da Candreva, Immobile ed Insigne.

Argentina (4-2-3-1): Caballero; Bustos, Fazio, Otamendi, Tagliafico; Biglia, Paredes; Lanzini, Lo Celso, Di Maria; Higuain. Allenatore: Jorge Sampaoli

Italia (4-3-3): Buffon; Florenzi, Bonucci, Rugani, Spinazzola; Parolo, Verratti, Cristante; Candreva, Immobile, Insigne. Allenatore: Luigi Di Biagio

Ecco le considerazioni espresse dal selezionatore dell’Argentina Jorge Sampaoli nella conferenza stampa di presentazione dell’incontro: «Dybala? Paulo è un calciatore che grazie alla sua anarchia può generare tanti punti per la sua squadra e ciò lo ha portato ad essere una figura importante del calcio mondiale. Quando siamo arrivati in nazionale, pensavamo si trattasse di un giocatore di alto livello. Sta però facendo fatica ad integrarsi. O non siamo stati bravi noi a trovargli la giusta posizione, oppure è lui che non è riuscito ad adattarsi alla nostra idea di gioco, diversa da quella del club. Bisogna valutare se ci sono giocatore migliori di lui. Io l’ho sempre convocato, tranne questa volta, vedremo se in giro ci sarà qualcuno migliore di lui».

Così invece il ct dell’Italia Gigi Di Biagio: «Leggiamo le critiche ma andiamo avanti, fanno parte del lavoro. Icardi e Dybala? Loro hanno ampia scelta in attacco ma non voglio pensare a quello che hanno gli altri. Balotelli? Sampaoli ha fatto bene a parlare di lui ma poi ci sono delle scelte da fare. Possiamo fare mille pensieri su quello che hanno gli altri e quello che abbiamo noi. Loro hanno molta scelta in avanti, noi ne abbiamo di meno ma quella che abbiamo va benissimo Le parole di Raiola? Lo conosco da 25 anni ma quello che ha detto è irrilevante. Partiremo col 4-3-3, poi vedremo, potremo anche cambiare. Quello di domani è un match proibitivo ma dobbiamo provare senza avere paura di ciò che abbiamo davanti. Emozione? Al momento non ne ho, poi magari mi verrà domani. Ora però ho molto lavoro da fare. Sarà una sfida importante per il sottoscritto ma il mio modo di lavorare non è cambiato. periamo in una ripartenza veloce, nella conferenza di Coverciano abbiamo evidenziato il dovere di ritrovare l’entusiasmo e queste sfide amichevoli possono rappresentare un piccolo Mondiale».

Argentina-Italia: i precedenti del match

I precedenti, per darvi il peso della clamorosa assenza dell’Italia, sorridono agli azzurri: sei le vittorie nei quattordici precedenti, cinque i pareggi ed appena tre le affermazioni dei sudamericani. Il trend invece racconta in pieno lo stato dell’arte: nelle ultime quattro gare ufficiali tra le due compagini, l’Italia non si è mai imposta sull’Argentina. Ultimo successo nel 1987 con il risultato di 3-1.

Argentina-Italia: l’arbitro del match

Dirige Martin Atkinson, arbitro inglese classe 1971, fischietto FIFA dal 2006. Ha diretto ventitré gare nell’attuale edizione della Premier League, estraendo settantanove cartellini gialli, ad una media dunque di 3.43 ammonizioni a partita. Non ci sono precedenti stagionali con l’Italia, alla sua prima gara del 2018.

Argentina-Italia Streaming: dove vederla in tv

Argentina-Italia sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 in diretta in chiaro sulle frequenze satellitari di Rai 1. Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app e sul sito RaiPlay.