Bartomeu: «Suarez è ancora un giocatore del Barcellona. Su Lautaro e Messi…»

© foto www.imagephotoagency.it

Josep Maria Bartomeu ha parlato del futuro di Luis Saurez, obiettivo di mercato della Juve e dell’Atletico Madrid

Josep Maria Bartomeu ha parlato a Barça Tv prima dell’inizio del trofeo Gamper. Queste le parole del presidente blaugrana.

DIMISSIONI – «Al momento nessuno vuole dimettersi. Il club non si ferma e abbiamo molto lavoro da fare. Vogliamo continuare a lavorare e aspetteremo le votazioni. Nessun manager mi ha detto niente. Tutti sono concentrati sul presente. Approvare il bilancio non ha nulla a che fare con questo. Seguiamo quotidianamente il club e facciamo ciò che è necessario con questo voto di sfiducia. Passo dopo passo faremo tutto».

MESSI – «Come presidente non entrerò in conflitto con Messi. È un problema temporaneo. Non potevo permettere, come qualsiasi persona nel consiglio di amministrazione o lo staff tecnico, di lasciare andare il miglior giocatore del mondo. Le cose devono essere discusse a casa. Devi sostenere la squadra e i giocatori. Dobbiamo congratularci con noi stessi che Messi è ancora con noi. È entusiasta di Koeman. L’importante è che giochi per il Barça, in casa. Vogliamo che si ritiri qui e faccia parte di un progetto»

SUAREZ – «Luis Suárez è un giocatore del Barça e uno dei più importanti di questo club. Ha un contratto valido. Non posso dire altro».

LAUTARO – «Non dirò nomi precisi ma il Barça, come molti club, ha meno entrate. Soffriamo di una mancanza di risorse importanti e dobbiamo adattarci. Dobbiamo ridurre la spesa salariale e rispettare il Fair Play. Al momento non c’è spazio per l’ingresso di nuovi giocatori se nessun altro esce».

SETIEN – «Non è stato possibile negoziare amichevolmente con lui per la sua uscita e ora si andrà in tribunale. Non voglio parlare di Setién, ma del nuovo progetto. Non parlarmi delle cose brutte del passato, ma del futuro e di ciò che verrà. Inizia una stagione che il tifoso del Barça ha a che fare con l’entusiasmo».