Berlusconi: «Covid, che esperienza. Voglio il Monza in Europa»

Iscriviti
berlusconi
© foto www.imagephotoagency.it

Silvio Berlusconi, presidente del Monza, ha parlato dell’emergenza Coronavirus a Che tempo che fa

Silvio Berlusconi, presidente del Monza, ha parlato dell’emergenza Coronavirus a Che tempo che fa.

CORONAVIRUS – «Il Covid è stata una delle peggiori esperienze della mia vita. Proprio per questo non posso dire di stare bene, mentre intorno a noi ci sono di nuovo lutti e crisi. Io non avrei chiuso un occhio sugli assembramenti, avrei fatto dei controlli massicci, avrei posto un adeguato distanziamento sui mezzi pubblici, avrei mantenuto la promessa di creare 350.000 posti di terapia intensiva, avrei dato una tempestiva disponibilità dei vaccini antinfluenzali anche nelle farmacie. Avrei individuato dei luoghi dove i contagiati avrebbero potuto trascorrere la quarantene senza il pericolo di contagiare i familiari. E poi un anno fiscale ‘bianco’ per le imprese colpite dal lockdown. Il Governo ci ascolti e ponga rimedio ai ritardi accumulati in questi mesi. Non si deve perdere altro tempo prezioso. Se a febbraio essere impreparati era comprensibile, a novembre non è accettabile».

MONZA – «Siamo stati penalizzati dal Covid in questo inizio di stagione, vogliamo andare in serie A. Sono orgoglioso del mio presente, sono il presidente del Monza. Vogliamo andare in Serie A e poi pensare all’Europa e chissà allo Scudetto».

MILAN – «Il Milan è la passione di tutta la mia vita, che mi ha permesso di essere Presidente di club che ha vinto di più nella storia del calcio mondiale. Sono felice che sia in testa al campionato, puntando su giovani di grande talento».