Prandelli: «Noi non ci piangiamo addosso, abbiamo un blasone»

Prandelli: «Noi non ci piangiamo addosso, abbiamo un blasone»
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico del Genoa Cesare Prandelli in conferenza stampa a due giorni dalla gara salvezza col Cagliari di Santo Stefano…

Una vittoria che ha rinfrancato gli animi quella del Genoa contro l’Atalanta nell’ultima giornata di campionato, ma per cui non vi è tempo di godere: stamane Cesare Prandelli era nuovamente all’opera in vista della partita contro il Cagliari di dopodomani. Il tecnico rossoblu ha anche parlato in conferenza stampa in vista del match imminente spiegando l’attuale situazione della squadra, apparsa decisamente in palla nelle ultime settimane rispetto al difficile inizio di campionato: «Abbiamo avuto poco tempo per recupere energie, ma ottime energie mentali: la vittoria ci ha dato consapevolezza, aspettavamo un risultato del genere – le parole di Prandelli – . Andare a Cagliari è sempre difficile: quella sarda è una squadra compatta,dobbiamo restare in partita e sfruttare le chance».

Sui singoli invece: «Prima di decidere la formazione valuterò fino all’ultimo come stanno i giocatori. Esteban Rolon? Gioca un calcio semplice, ma efficace: come tutti deve pensare di poterci sempre essere dall’inizio, ma è un esempio per tutti. Darko Lazovic? Interpreta bene il suo ruolo, ma deve migliorare nell’ultimo passaggio». Sulla partita il giorno di Santo Stefano: «Sapevamo bel Boxing Day da luglio e lo avevamo accettato. Dobbiamo solo produrre un buono spettacolo». Infine, sulle solite polemiche arbitrali, Prandelli preferisce la strada della diplomazia: «Nelle ultime tre giornate è successo di tutto… Noi però siamo forti e non possiamo piangerci addosso. Abbiamo una storia e un blasone da onorare».