Calciomercato Torino, le trattative della giornata: suggestione Adli, Mitrita è difficile

Calciomercato Torino, le trattative della giornata: suggestione Adli, Mitrita è difficile
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Torino, tutte le trattative granata della sessione invernale 2019 giornata per giornata

La linea del Torino per la sessione invernale di calciomercato è stata dettata fin da dicembre. Per mano e voce di Urbano Cairo e Walter Mazzarri, che hanno condiviso i dettami da seguire: la società è aperta ad eventuali occasioni per rinforzare la rosa, ma l’obiettivo primario è quello di sfoltire un organico definito come eccessivo dallo stesso tecnico granata. Ecco perché Gianluca Petrachi lavora sotto traccia, anche e soprattutto, in vista della sessione estiva. Per quanto il reparto di centrocampo si confermi ridotto all’osso…

Calciomercato Torino: l’ultima suggestione è il 18enne Adli

Il nome nuovo, in casa granata, è quello di Yacine Adli, appena 18 anni di grande talento al servizio del Psg. Promettente e precoce, il transalpino, dato che ha già militato in tutte le selezioni nazionali dalla Under 16 alla Under 20, oltre a scendere in campo in Youth League già due stagioni fa. Grazie ad una visione di gioco ed un educato piede destro che, in Francia, ne fanno uno dei giovani più interessanti.

E dall’accostamento facile perché, tanto fisicamente quanto per la posizione occupata in campo, Adli ricorda molto da vicino Adrien Rabiot. Il talentino del Psg, infatti, è in grado di agire in diverse posizioni della metacampo, preferibilmente da trequartista o da interno. Una porzione di terreno di gioco cui in questo momento il Torino guarda con grande interesse, a tal punto da aver già chiesto informazioni ai transalpini per arrivare a mettere le mani su Adli.

Calciomercato Torino: Mitrita e Pereyra i sogni sulla trequarti

Suggestiva anche la pista che porta ad Alexandru Mitrita, trequartista romeno in forza al Craiova. Il 23enne ex Pescara in patria sta vivendo una straordinaria stagione – 12 reti e 4 assist in 16 gare finora -, i granata hanno tentato l’offensiva con un’offerta da 5 milioni di euro. Proposta rispedita al mittente e cifra per trattare fissata: il club romeno chiede di salire almeno ad 8.

E una posizione analoga in campo la ricopre Roberto Pereyra, estroso centrocampista in forza al Watford, piazza dove già aveva lavorato alla corte di Mazzarri. Con reciproca soddisfazione, come riconosciuto dallo stesso agente del Tucuman negli ultimi giorni. Il Torino ha abbozzato i primi discorsi con il club di patron Giampaolo Pozzo, ma la sensazione è che la trattativa possa decollare soltanto in vista della sessione estiva.

Calciomercato Torino: Arslan, Maher e Piazon nel mirino

Ma la lista dei desideri di Petrachi, in mezzo al campo soprattutto, è decisamente lunga. E comprende, innanzitutto, il mediano tedesco Tolgay Arslan. Classe 1990 in forza al Besiktas, il centrocampista potrebbe rientrare in un più ampio discorso tra le due società dato che il club turco ha in ballo con i granata il riscatto di Ljajic. La prima offerta dei granata, in ogni caso, si è assestata a 5 milioni di euro più 2 di bonus: la trattativa è in costante divenire.

Trattativa con la società di appartenenza che, invece, non risulta necessaria per arrivare ad Adam Maher. Il centrocampista olandese di origine marocchina, infatti, vedrà il proprio contratto con l’Az Alkmaar scadere il prossimo 30 giugno. Opportunità a parametro zero, dunque, per arrivare al 25enne che vanta anche 5 presenze con la nazionale Oranje. Svaria invece qualche metro più avanti, sulla trequarti, Lucas Piazon, jolly offensivo che al Chelsea non trova spazio. In questo senso il Toro nelle ultime settimane si è mosso per il 24enne brasiliano, prospettandogli la possibilità di un assiduo impiego per rilanciarsi sul panorama europeo.

Calciomercato Torino: valutazioni per il riscatto di Djidji e Ola Aina

Ma Petrachi, per assemblare la rosa della prossima stagione, deve guardare con attenzione anche al gruppo attuale. Perché, se per Zaza il riscatto a fine campionato è obbligatorio, così non sarà per altri due elementi. Uno è Koffi Djidji, vera rivelazione della seconda parte del girone d’andata in campionato. Il difensore centrale ha convinto Mazzarri e il club granata riscatterà il suo cartellino dal Nantes: serviranno 3.5 milioni di euro.

Molti meno rispetto ai circa 10 concordati con il Chelsea per acquisire a titolo definitivo Ola Aina. Altro elemento che si è ritagliato un ruolo di tutto rispetto in squadra giornata dopo giornata, ma in questo caso la cifra fissata in estate risulta davvero proibitiva. Nei prossimi mesi, dunque, il Toro si siederà intorno ad un tavolo con gli emissari dei Blues per provare ad abbassare le pretese da Oltremanica: ad 8 si troverà il giusto compromesso?

Calciomercato Torino: grana Niang, dal Rennes allo Schalke 04?

Intanto, con l’incedere della stagione, rischia di tornare di moda il nome di M’Baye Niang. L’attaccante senegalese, infatti, è in forza al Rennes in Ligue 1, ma “soltanto” in prestito con diritto di riscatto. Che, fissato a 15 milioni, difficilmente verrà esercitato. Perché la punta finora ha segnato appena 2 reti in 21 partite, perché il 25% dell’incasso da una futura cessione spetterebbe comunque al Milan.

Per tutti questi motivi, dunque, Petrachi sta lavorando ad una soluzione ottimale per la società e per il giocatore. Che difficilmente prevederà un suo rientro all’ombra della Mole. Proprio in questi giorni, però, per Niang si è fatto avanti lo Schalke 04, che però sarebbe interessato a prelevarlo già nel corso della sessione invernale: per questo andranno messe d’accordo i granata, il club tedesco, ma anche il Rennes…

Calciomercato Torino: Soriano addio, in uscita Edera e Damascan

La prima operazione ufficiale della sessione invernale del calciomercato, però, il Torino l’ha realizzata in uscita. Cedendo Roberto Soriano al Bologna di Pippo Inzaghi. Una trattativa in cui, in realtà, i granata hanno fatto solamente da tramite: il centrocampista italo-tedesco era e resta di proprietà del Villareal, che ha cambiato la destinazione del prestito del giocatore stesso con l’avvallo ovviamente di un Toro deluso dal rendimento del ragazzo nei primi sei mesi della stagione.

Ma quella di Soriano potrebbe non restare l’unica uscita di gennaio, perché sono diversi gli elementi della rosa ad aver raccolto ad oggi un minutaggio decisamente scarso. Come Simone Edera, canterano cui le proposte per un prestito da altre piazze di Serie A di certo non mancano: dopo Parma, Frosinone e Chievo, anche l’Udinese si è di recente aggiunta alla lista. Nessuna apparizione anche per l’oggetto misterioso Vitalie Damascan, che potrebbe invece trovare spazio in Cadetteria: su di lui Crotone, Pescara, Lecce e Carpi, con il Palermo capolista che ha abbozzato a sua volta un timido sondaggio. Completa il quadro Bremer, in bilico tra la conferma sino a fine stagione e l’esperienza lontano da Torino a titolo temporaneo per maturare.

Calciomercato Torino: da Oukhadda a Butic, le trattative minori

Spostamenti in vista anche per alcuni giovani granata in prestito su e giù per lo Stivale. A partire da Vanja Milinkovic-Savic, che ha sfruttato la sessione invernale di mercato per passare dai pali della Spal a quelli dell’Ascoli in Serie B. L’arrivo di Viviano a Ferrara, infatti, avrebbe ulteriormente ridotto lo spazio già scarso che aveva saputo ritagliarsi il serbo nella prima parte del campionato.

Ma l’estremo difensore potrebbe non essere l’unico a cambiare piazza a metà stagione. Karlo Butic, poco impiegato alla Ternana, sta vagliando le opzioni Pistoiese e Renate per rilanciarsi dopo sei mesi poco positivi. Molto positivi, al contrario, quelli vissuti da Shady Oukhadda con la maglia dell’Albissola: sul centrocampista c’è ora il forte interesse di Spezia e Benevento, ma anche del Wolverhampton dall’Inghilterra per un trasferimento a titolo definitivo.

Calciomercato Torino: il tabellone della sessione invernale 2019

ENTRATE (-0 milioni): D’Alena (c, Renate, fine prestito), Zaccagno (p, Pro Piacenza, fine prestito)

USCITE (+0 milioni): Bianchi (d, Bari, svincolato), Djoulou (a, Bisceglie, prestito), Filinsky (d, Ruzomberok, prestito), Samake (d, Lecco, prestito), Munari (c, Cesena, prestito), Perazzolo (c, Hellas Verona, fine prestito), Soriano (c, Bologna, fine prestito), Valerio (d, Torres, prestito)

@DanieleGalosso