Connettiti con noi

Hanno Detto

Candreva: «Lazio nel mio cuore ma sono felice alla Sampdoria. Sulla Nazionale…»

Pubblicato

su

Candreva
Ascolta la versione audio dell'articolo

Antonio Candreva ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport: le parole dell’esterno della Sampdoria

Antonio Candreva è rinato alla Sampdoria. Le parole del capocannoniere dei blucerchiati in vista del match contro la Lazio a Il Corriere dello Sport.

CLICCA QUI PER LE DICHIARAZIONI INTEGRALI

SAMPDORIA – «Sono contento del mio rendimento, un po’ meno pensando alla squadra. Sei felice quando si raggiungono gli obiettivi comuni. C’è stata qualche difficoltà sinora siamo stati discontinui. La passione per il calcio è immensa. L’entusiasmo fa andare avanti. E qui ci sono le condizioni per esprimersi bene. Sono arrivato a Genova un anno fa, venendo da una stagione particolare. La finale di Europa League a fine agosto. Sono andato via dall’Inter al termine di un mercato chiuso il 5 ottobre. Tutto di corsa, senza ritiro estivo. nella seconda metà del campionato, io e la Samp siamo venuti fuori meglio, chiudendo al nono posto con 52 punti. Ora siamo altalenanti, ma abbiamo tutte la capacità di ripeterci».

SARRI – «Ho passato quattro anni e mezzo bellissimi, non lo nascondo. La Lazio mi ha dato tantissimo e io ho cercato di dare di più: è nel mio cuore e continuo a seguirla. Ora si trova in una fase di trasformazione. Siamo a dicembre ma serve tempo, ci sono giocatori giovani e altri che non hanno mai giocato in questo modo, vengono da cinque anni di un determinato calcio con Inzaghi. È difficile. Il tempo sembra un alibi, una scusa. I tifosi non accettano di aspettare. Alla fine però la pazienza conta. Bisogna lavorare bene per formare un’identità, ora servirebbero più allenamenti che partite. Se giochi tanto e non ti alleni, non hai tempo per leggere le partite rivederle, capire gli errori commessi».