Ancora Cassano: «Totti il migliore, Messi superiore a CR7! I prezzi di Allan e Barella? Pura follia»

Ancora Cassano: «Totti il migliore, Messi superiore a CR7! I prezzi di Allan e Barella? Pura follia»
© foto Twitter - @totti

Altro spezzone della lunga intervista ad Antonio Cassano. Il focus è sui suoi idoli, con una critica al razzismo e al calciomercato di oggi

Tante carne sul fuoco nella lunga intervista rilasciata da Antonio Cassano a Sky Sport. Oltre alle parole su Icardi e sulla sua carriera, Fantantonio si è soffermato anche sul calcio di oggi. Parlando di idoli, l’attaccante non ha dubbi: «Senza alcun dubbio Francesco Totti. È il giocatore con cui mi sono trovato meglio in campo. Cristiano Ronaldo? Per me il migliore di tutti è Messi. Cristiano è come Nadal nel tennis, Messi è più Federer. I primi due non hanno il talento degli altri, ma con dedizione al lavoro e impegno, hanno raggiunto altissimi livelli».

Ma rispetto alle cifre del calciomercato di oggi, Fantantonio ha molto da criticare: «Allan vale 80 milioni? E Iniesta, Xavi, Pirlo, quanto dovevano essere pagati? Son giocatori dal valore doppio, triplo, di Allan. Uguale i 50 milioni per Barella. Purtroppo questa direzione è quella che sta prendendo il calcio. Thiago Alcantara, del Bayern Monaco, vale 5 volte Barella. Quanto dovresti pagarlo? Questa è la strada. Ma è una follia. Zaniolo? Ho visto qualche partita, è uno bravo, è giovane. Molto fisico, di qualità. Ma non paragoniamolo a Totti, per favore. Ha personalità, non so se sarà un Pogba o altro, ma mi piace». 

Infine un commento sul razzismo e un augurio per il prossimo anno: «Razzismo? Si tratta di qualcosa che non capirò mai. Siamo tutti uguali. Non capisco. Dicono che in Italia non ci sia razzismo. Secondo me sì, siamo un paese razzista. Prima con Balotelli, ora con Koulibaly. Anche con Boateng era successo. Futuro? Dalla prossima stagione vorrei fare qualcosa nel mondo del calcio, è la mia passione. E mi piacerebbe che Messi vinca qualcosa con la nazionale argentina. Direttore sportivo, o l’osservatore. Mi piacerebbe vedere calcio».