Cavani, sul ritorno di Higuain a Napoli: «Ricordo i fischi per me, furono terribili»

Cavani, sul ritorno di Higuain a Napoli: «Ricordo i fischi per me, furono terribili»
© foto www.imagephotoagency.it

Edinson Cavani, attaccante del Psg, è tornato sull’accoglienza a suon di fischi ricevuta dal  San Paolo al suo ritorno, simile a quella che verrà riservata a Gonzalo Higuain

Domenica alle ore 20.45 il San Paolo sarà teatro del big match tra Napoli e Juventus. L’uomo più atteso e discusso nella città campana è Gonzalo Higuain, grande ex diventato traditore per i tifosi azzurri che ancora oggi non accettano il suo trasferimento ai rivali bianconeri. L’accoglienza per il Pipita, per la prima volta di ritorno a Napoli, si preannuncia particolaremente difficile con pioggie di fischi per tutto l’arco del match, un po’ come accadde con Edinson Cavani qualche stagione fa. Proprio il Matador è tornato sull’argomento in un’intervista rilasciata al Corriere dell Sera: «Mi ricordo perfettamente quando tornai al San Paolo, fu davvero terribile ero io a sentirmi tradito. Ho amato e amo ancora oggi Napoli, i miei figli studiano e vivono lì. Personalmente ho avuto grosse difficoltà a spiegarmi tutto quell’astio nei mie confronti, non mi aspettavo applausi e incitamenti ovvio ma nemmeno tutti quei fischi e sfottò. In cuor mio li ho comunque sempre voluti prendere come un simbolo d’amore e sentivo che in tanti mi volevano ancora bene. Credo che anche a Higuain non farà piacere essere ricoperto dai fischi, ma la situazione è un po’ diversa dalla mia mia. Lui è andato dal Napoli alla Juventus, un vero smacco per i tifosi azzurri. Lui lo sapeva e a differenza mia sarà preparato».