Connettiti con noi

Calciomercato

Chelsea, Sarri ed il marketplace italiano: dopo Jorginho…

Pubblicato

su

Maurizio Sarri è il nuovo tecnico del Chelsea. L’ex allenatore del Napoli porta con sè Jorginho, ma non si accconenta. Vuole alcuni suoi “fedelissimi” per la nuova avventura a Stamford Bridge

Maurizio Sarri è il nuovo allenatore del Chelsea. Nella serata di ieri è arrivato l’annuncio ufficiale da parte sia dei Blues che del Napoli, con tanto di lettera di saluti. Adesso è tempo di mercato, anche perchè tra meno di un mese riparte la Premier League ed il Chelsea vuole tornare protagonista. Ingaggiato ormai, manca solo l’ufficialità, Jorginho dal Napoli per una cifra intorno i 50 milioni di euro, complessivi 65 considerato anche la clausola pagata per Maurizio Sarri, la società londinese proverà ad accontentare il nuovo tecnico preparando l’assalto al campionato italiano. Già, perchè nella testa del tecnico toscano ci sono altri tre profili che vorrebbe assolutamente portare in Blues.

Gonzalo Higuain è in cima alla lista dei desideri di Maurizio Sarri ed in Inghilterra rilanciano un assalto alla Juventus con un’offerta intorno i sessanta milioni. Alvaro Morata come contropartita per abbassare il costo del cartellino è una suggestione che rilanciano i tabloid. Daniele Rugani, sempre nei colloqui con i bianconeri, il nome individuato per rinforzare il pacchetto arretrato, 40 milioni la valutazione.

Poi c’è Matias Vecino, centrocampista uruguagio dell’Inter, insieme ai tempi dell’Empoli, per il quale i Blues hanno fatto un tentativo con i nerazzurri non andato a buon fine. Almeno ad oggi. Maurzio Sarri ed i “fedelissimi” made in Italy, o meglio playing in Italy, per iniziare al meglio l’avventura in Premier League. Il tempo stringe ed il Chelsea a livello di mercato sembra indietro rispetto alle altre, saranno giorni caldi a Stamford Bridge, la stagione è alle porte ed il mercato chiude in anticipo.