Connettiti con noi

Azzurri

Conferenza stampa Mancini: «Meglio perdere oggi che all’Europeo o al Mondiale»

Pubblicato

su

In conferenza stampa, il ct dell’Italia Roberto Mancini ha analizzato il ko degli azzurri contro la Spagna: le sue parole

Conferenza stampa post Italia-Spagna. Roberto Mancini analizza il ko azzurro:

FISCHI A DONNARUMMA – «Sicuramente non gli hanno fatto piacere, così come non hanno fatto piacere a noi, ma cosa potevamo fare? Siamo grandi, dobbiamo accettarlo e pazienza. Sull’espulsione di Bonucci, è stata una leggerezza. Non si può commettere e nonostante la Spagna era una gara equilibrata. Ne abbiamo avuta una clamorosa ma pazienza. Dispiace perchè ce la saremmo giocata fino alla fine».

SCONFITTA – «Meglio non fosse arrivata, ma meglio stasera che la finale dell’Europeo o in una finale Mondiale. Pazienza, questa partita ci dà più forza nonostante la sconfitta e ci fa capire che veramente una grande squadra».

BERNARDESCHI E SCELTE TATTICHE – «Mancava un minuto, non mancava tanto, dovevamo essere più attenti perchè andare all’intervallo 0-1 sarebbe stato diverso. A Chiellini non avrei fatto fare due gare di seguito, Bastoni ha bisogno di queste partite perchè ha qualità. Con Bernardeschi potevamo cambiare le posizioni in attacco, senza dare loro punti di riferimento».

GAVI – «E’ molto bravo tecnicamente nonostante l’età. Gli spagnoli hanno generazioni di talenti straordinari e questa è una grande fortuna perchè giocano bene a calcio».

SARABIA TRA LE LINEE – «Non ci ha condizionato, l’ha fatto anche all’Europeo. Loro sono una squadra forte, con giocatori straordinari che creano difficoltà non solo a noi».

MOTIVI DEL KO – «Non imputo la sconfitta a niente. Credo che il cartellino rosso ha condizionato la partita, fino a quel punto abbiamo avuto qualche difficoltà ma abbiamo avuto le occasioni per pareggiare. Potevamo finire il primo tempo 1-1. Non dovevamo subire il secondo gol a fine primo tempo. Già è difficile giocare con loro in parità numerica».