Fiorentina, Prandelli: «Esonero? Ho parlato con Commisso. Non sono pentito»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Cesare Prandelli, tecnico della Fiorentina, ha parlato alla vigilia della gara contro il Crotone. Ecco le parole dell’allenatore viola

Cesare Prandelli, tecnico della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Crotone.

DOPO NAPOLI «Al termine della gara ho chiesto scusa ai tifosi anche se può capitare anche alle grandi squadre. Non ci porteremo dietro però il ko di Napoli, i giocatori vogliono reagire e ci sono i presupposti per farlo. Domani dobbiamo vincere la partita a tutti i costi, anche se sarà un match insidioso».

PENTITO DELLA SCELTA«I miei amici, così come i miei familiari, mi chiedono chi me l’abbia fatto fare, ma io non penso di aver fatto la scelta sbagliata. Amo Firenze e la Fiorentina, ho scelto col cuore. Siamo in difficoltà, è vero, ma io non ho mai avuto paura delle difficoltà».

ESONERO«Se hai paura di essere esonerato, è meglio non fare questo lavoro. Gli allenatori vivono tutti in base ai risultati, non ho questa sensazione. Il confronto con Commisso mi ha mostrato una persona molto positiva. C’è stata grande sintonia tra noi».

RIBERY «Sarà un valore aggiunto domani, ci farà vincere la partita: ci sono stati tutti i chiarimenti dovuti. Non dimentichiamoci che Ribery è un campione e lui vuole essere importante in questa Fiorentina».