Conte: «Io vicino all’Inter? Ora non conta più»

conte
© foto Antonio Conte

L’allenatore del Chelsea, Antonio Conte ha parlato ai giornalisti alla vigilia del match con i nerazzurri. «I nerazzurri hanno già un’identità»

Chelsea-Inter, nuova sfida di prestigio dell’International Champions Cup 2017. Alla vigilia della gara tra blues e nerazzurri ha parlato Antonio Conte, che voci di inizio estate davano molto vicino proprio ai milanesi, le sue parole in conferenza stampa: «C’è poco da dire sull’argomento avevo altri due anni di contratto con il Chelsea e ho deciso di continuare qui, giusto così: ho un lavoro da portare a termine. Contatti con l’Inter? E’ una cosa che non conta adesso: sono contento al Chelsea e ho rinnovato anche il contratto.» Per quanto concerne la prossima stagione che inizia tra due settimane: «In Premier bisogna mettere sempre massima concentrazione: abbiamo visto tutti cosa è successo con il Leicester. In campionato ci sono sei squadre che lottano per il titolo ed è difficile vincere anche contro le medio-piccole»

Sulla Serie A e sulla Nazionale: «L’Inter mi ha fatto un’ottima impressione, hanno già un’identità e questo crea fiducia: stanno facendo bene. Juventus favorita per lo scudetto? Preferisco non sbilanciarmi. Italia-Spagna a settembre? Bisogna essere fiduciosi. Abbiamo dimostrato agli Europei di poter battere la Spagna, senza dimenticare il pareggio di Udine. Lì avremmo meritato la vittoria. Ritengo ci siano tutte le possibilità di vincere, dobbiamo giocarcela senza paura avendo fiducia nei nostri mezzi. Non c’è altro da fare: giochiamocela, senza cercare alibi».
Infine chiusura sul mercato: «Io e la società ci confrontiamo ogni giorno e sappiamo in quali ruolo serve intervenire. Morata? Deve adattarsi al nostro metodo di gioca, ma sta lavorando bene: per noi sarebbe importante averlo in condizione già dall’inizio della stagione.»