Del Piero stoppa i pessimisti: «Basta Cardiff, la Juve è cresciuta»

del piero juventus-real madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Real Madrid, atto I del quarto di finale della Champions League 2017/2018. L’ex capitano bianconero Alex Del Piero intervistato da As

Alessandro Del Piero, storico capitano della Juventus, è stato intervistato dal quotidiano spagnolo AS nel giorno di Juventus-Real Madrid. Queste alcune delle sue dichiarazioni: «Basta parlare di Cardiff. Si è parlato troppo di quella sconfitta. E’ vero, ci si poteva aspettare qualcosa in più dalla Juventus, ma non è un disonore perdere una finale contro questo Real Madrid. Adesso i bianconeri sono cresciuti, hanno più soluzioni in attacco e in un doppio confronto ha più possibilità di passare. Questa Juve di Allegri non deve invidiare niente a nessuno».

Poi l’ex capitano si sofferma a parlare dei singoli protagonisti attesi per questa sera, a partire dall’HD decisiva già a Wembley: «Higuain è diventato un leader, Dybala è l’uomo chiave della Juventus: se lui è al top la squadra diventa irresistibile. Allegri è un allenatore vero, la sua arma è la semplicità e ha una soluzione per ogni problema. Ha costruito tante Juventus, e questa è una grande virtù. Di Zidane ho tanti ricordi insieme, sia in campo che fuori, e momenti di vera amicizia, difficile non volergli bene. Giocare con lui è stato veramente un piacere. E non avevo dubbi che avrebbe fatto grandi cose da allenatore».

Conclude, infine, Del Piero: «Ho tanti bei ricordi delle sfide contro il Real Madrid: a partire dal quarto di finale del 1996, quella doppia sfida ci diede la consapevolezza che avremmo poi vinto la Coppa. E per quanto riguarda la gara del 2008, quella doppietta, quell’ovazione del Bernabeu, beh, nulla è paragonabile a quella standing ovation».