Diktat Berlusconi: Milan col 4-4-2. Honda lascia? | CdS

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente vuole valorizzare un Milan da Champions League

Silvio Berlusconi è stato chiaro, vuole un Milan da Champions League e soprattutto vuole un Milan diverso da quello delle prime giornate in Serie A. Innanzitutto tatticamente Sinisa Mihajlovic cambierà modulo e passerà al 4-4-2 con la possibile inclusione di Alessio Cerci come ala, mentre dall’altra parte toccherà a Giacomo Bonaventura e contro il Torino già dovrebbe arrivare questa nuova disposizione.

LE RICHIESTE – Sono molte le richieste di Berlusconi però perché vuole arrivare come minimo terzo in campionato per tornare nell’Europa che conta, poi il presidente ha richiesto pure che i giovani del vivaio vengano valorizzati (e questo è il caso di Calabria) così come gli acquisti costosi dell’ultimo mercato, vedi Romagnoli. Serve più personalità e bisogna resistere alle pressioni mediatiche per riuscire a vincere almeno due delle prossime tre gare stando a quanto vuole Berlusconi, scrive Il Corriere dello Sport.

HONDA ADDIO – Per quanto riguarda il calciomercato per adesso c’è solo una voce e riguarda i giocatori in uscita: Keisuke Honda potrebbe lasciare il Milan a gennaio perché è ai ferri corti con l’ambiente. Honda infatti ha criticato il Milan di recente e la società non l’ha presa bene, adesso si valuta una cessione e la Liga e la Premier League sono le destinazioni più quotate per un giocatore che per adesso è stato più un affare di marketing che di calcio giocato.