Feyenoord-Napoli precedenti: zero vittorie in Olanda per gli azzurri

Feyenoord-Napoli precedenti: zero vittorie in Olanda per gli azzurri
© foto www.imagephotoagency.it

Feyenoord-Napoli precedenti, curiosità del match e statistiche. Azzurri mai vincenti in Olanda, Feyenoord non vince un match di Champions League in casa da 16 anni

Match decisivo per il Napoli a Rotterdam questa sera, ore 20.45. Sarri ed i suoi uomini si giocano gli ottavi di finale di Champions League, sperando che il Manchester City si confermi potenza del girone, superando gli ucraini dello Shakhtar Donetsk. Poca la storia di Feyenoord-Napoli precedenti, con l’unico match giocato all’andata al San Paolo, vittoria degli azzurri per 3-1. Più corposo il bilancio dei confronti fra il Feyenoord e le compagini italiane: 13 matches giocati complessivamente, con un bilancio che parla di 4 vittorie degli olandesi, 4 pari e 5 sconfitte con un totale delle reti sfavorevole di 14-18. Riguardo ai soli confronti in Olanda, dopo 6 incontri, Feyenoord in vantaggio con 2 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta, registrata nell’ultimo confronto, nel ritorno dei sedicesimi di Europa League, stagione 2014-15, quando la Roma sbancò il De Kuip per 2-1, passando anche il turno. Per ritrovare invece l’ultima vittoria casalinga della compagine di Rotterdam, occorre risalire alla stagione 1997-98 quando nel girone di Champions League superarono la Juventus per 2-0, doppietta di Julio Cruz che poi vestirà in Italia le maglie di Inter e Bologna.

Per il Napoli invece bilancio negativo con le compagini olandesi dopo 5 confronti diretti: 1 sola vittoria, all’andata con gli avversari di questa sera, due pareggi e due sconfitte. Solo due le trasferte nei Paesi Bassi,dove manca solo la vittoria per l’equilibrio perfetto: finora un pareggio ed una sconfitta, il pesante 3-0 dell’ottobre 2012 contro il PSV Eindhoven, con l’attuale “partenopeo” Dies Mertens che siglò una delle reti.

Feyenood-Napoli precedenti: le curiosità

Il Feyenoord potrebbe eguagliare il record negativo delle compagini che hanno concluso il girone iniziale a zero punti: finora nella storia della Champions League è avvenuto già in 19 occasioni. A rendere più pesante il bilancio, la squadra di Rotterdam ha perso le sue ultime 12 partite disputate in Champions, play-off inclusi. Inoltre non vince un match casalingo della massima competizione europea addirittura dal 31 ottobre 2001, quando superò per 2-1 i russi dello Spartak Mosca. Da allora in casa, la compagine dei Paesi Bassi ha ottenuto 2 pareggi e 3 sconfitte. Quando era calciatore, il tecnico degli olandesi Giovanni van Bronckhorst siglò una delle reti nel 3-0 finale con cui l’Olanda superò l’Italia ad Euro 2008. Il belga Mertens non ha segnato nelle ultime 4 partite consecutive di Serie A, eguagliando la sua striscia negativa che registrò fra il 29 ottobre ed il 28 novembre 2016. Marek Hamsik è ancora ad un goal di distanza dal primato di Diego Maradona, che andò a segno 115 volte complessivamente nel corso della sua carriera con il Napoli.

Il direttore di gara, l’inglese Michael Oliver, internazionale dal 2012, ha recentemente diretto la Juventus nella vittoria casalinga per 2-1 contro lo Sporting Lisbona. Non vanta precedenti con il Napoli, mentre ha diretto gli olandesi nella sconfitta casalinga per 1-2 subito dal Kuban Krasnodar del preliminare di Europa League dell’agosto 2013.