Fiorentina, Pioli carico: «Dobbiamo vincere. Astori sempre con noi»

Fiorentina, Pioli carico: «Dobbiamo vincere. Astori sempre con noi»
© foto www.imagephotoagency.it

Fiorentina, Pioli in conferenza stampa parla della partita contro l’Atalanta e ricorda il capitano Viola scomparso un anno fa

Stefano Pioli in conferenza stampa ha parlato della partita di domani, contro l’Atalanta. La Fiorentina affronterà i bergamaschi per la seconda volta in pochi giorni, ma il tecnico Viola è sicuro che sarà una partita diversa: «Si affrontano due squadre che ormai si conoscono bene. Ci stiamo affrontando con continuità, sia noi che l’Atalanta privilegiamo la fase offensiva per cui ci dobbiamo aspettare una partita con tante emozioni, una gara entusiasmante con due squadre che cercheranno di vincere. Sarà una partita importante per il nostro campionato: un risultato positivo significherebbe tanto. È inevitabile per tutti pagare la terza partita, per cui qualche cambio ci sarà. L’importante sarà farsi trovare pronti sotto l’aspetto mentale. L’altra sera è stata una gara con tanti capovolgimenti di fonte. Sarà determinante interpretare bene tutte le transizioni, sia quelle positive che negative».

Pioli parla poi del grande affetto che i tifosi stanno tributando alla Fiorentina: «In Coppa abbiamo assistito allo spettacolo dei nostri tifosi: è bello vedere che gli sforzi della squadra sono premiati dal riconoscimento dei nostri tifosi. Ancora non abbiamo fatto nulla, abbiamo ancora partite molto difficili: le prossime 4-5 saranno gare determinanti per il nostro futuro, con Atalanta, Lazio, Torino e Roma. I nostri avversari sono molto forti ma anche noi abbiamo dimostrato di avere delle qualità, dobbiamo portare a casa risultati positivi».

Il tecnico parla poi di Davide Astori, ad un anno dalla sua scomparsa: «È particolare parlare di Davide come se non ci fosse… solo chi è all’interno del nostro gruppo di lavoro può capire. Davide di manca tanto ma è sempre presente con noi. Sentiamo la sua presenza perché lui è un punto di riferimento in tutto ciò che facciamo. Ci ha lasciato un esempio di serenità, di rispetto, di lealtà e mi auguro che questo esempio venga portato avanti, che sia sempre così. Il ricordo di Davide è dovuto: è bello vedere quante persone hanno dato un attestato di stima in suo ricordo, nel ricordo del suo spessore umano soprattutto. Per noi sarà una settimana impegnativa per questo. Lunedì andremo tutti a San Pellegrino a trovare Davide».