Fiorentina, Pradè: «Ho portato il Coronavirus in casa»

Pradè Fiorentina Chiesa
© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, ha raccontato la sua esperienza con il Coronavirus

Daniele Pradè ha raccontato la sua personale battaglia contro il Coronavirus: «Ho portato il virus in casa, l’ho trasmesso a mia moglie, a mia figlia, ai miei cognati, ai miei nipoti e soprattutto ai miei suoceri che sono stati ricoverati 30 giorni. Per fortuna erano allo Spallanzani, uno dei migliori ospedali al mondo».

«Il momento più brutto è quando vedi la tua famiglia che piano piano si ammala. Il virus è subdolo e bastardo. Il messaggio che voglio mandare è che dobbiamo essere attenti alle distanze e agli assembramenti. Il calcio può essere un veicolo giusto per capire, ci dovremo convivere fino a quando non verrà trovato un vaccino», ha concluso il direttore sportivo della Fiorentina ai microfoni di Sky Sport.