Franco Zuculini, un nuovo ‘Cholo’ in Italia. Scheda e video

a
© foto www.imagephotoagency.it

Dati Angrafici:

Nome: Franco
Cognome: Zuculini
Luogo di nascita: La Rioja, Argentina
Data di nascita: 5 Settembre 1990
Nazionalità : Argentina
Ruolo: Centrocampista centrale
Sporannome: El Cholo
Club: Genoa
Altezza: 176 cm
Peso: 70 kg

E’ stato al centro di un serrato intrigo di mercato tra Napoli e Genoa, ma alla fine l’hanno spuntata i liguri con un’offerta migliore ai tedeschi dell’Hoffenheim. Oggetto della disputa è Franco Zuculini, 20enne centrocampista argentino, cresciuto nelle fila del Racing de Avellaneda, da cui sono usciti negli anni giocatori del calibro di Claudio Lopez, Lisandro Lopez e Diego Milito.

Carriera:

Franco Zuculini è nato a La Rioja, il 5 Settembre 1990. A soli dieci anni sostiene un provino per il Racing de Avellaneda, club storico e blasonato di Buenos Aires. Franco e la sua famiglia non si risparmiano nel sacrificarsi, dato che per rincorrere il sogno di diventare calciatore professionista, il piccolo Zuculini si sveglia alle 5 ogni mattina per recarsi agli allenamenti, accompagnato dal padre. Anche per via della sua immensa determinazione, Franco raggiunge presto la convocazione in nazionale, seguendo tutta la trafila delle nazionali giovanili: si mette in mostra definitivamente ai mondiali Under 17, nonostante la precoce eliminazione ai quarti di finale dell’albiceleste. Esordisce tra i professionisti il 13 Aprile 2008 nel match di campionato (Torneo Clausura) contro l’Arsenal de Sarandì. Il Racing affronta uno dei periodi più oscuri della sua storia, arrivando addirittura allo spareggio con il Belgrano per la permanenza in Primera Divisiòn, ma il 17enne Zuculini non lesina qualità  e carattere in mezzo al campo, diventando ben presto idolo dell’hinchada biancoazzurra. L’ascesa di Franco continua: il posto da titolare è ormai suo, e alla nona giornata del Torneo Apertura sigla il primo gol da professionista, contro il Rosario Central. Viene dunque convocato per il sudamericano Under 20, torneo in cui però tutta la squadra delude e non riesce nemmeno a qualificarsi per il mondiale che si sarebbe poi giocato in Egitto. Oltre al danno, la beffa, verrebbe da dire, dato che Zuculini torna a Buenos Aires con un infortunio muscolare, che gli farà  saltare le prime giornate del Clausura 2009, torneo che lo vede comunque buon protagonista di una difficile salvezza. Arriva anche la convocazione premio da parte di Diego Armando Maradona, che chiama il 18enne Zuculini per l’amichevole contro Panama. L’estate scorsa il trasferimento all’Hoffenheim per la cifra di 6,7 milioni di euro. Annata difficile per Franco, che palesa problemi di ambientamento e fa intuire che un altro anno in Argentina sarebbe servito eccome per la sua definitiva maturazione.

Caratteristiche:

Nonostante la stampa abbia più volte accostato Zuculini al capitano della nazionale argentina Javier Mascherano, il 20enne neo acquisto del Genoa è un giocatore sostanzialmente differente. La posizione occupata in campo è la medesima, ossia quella del classico volante argentino che gioca davanti alla difesa, ma di base Zuculini è un giocatore che come sviluppo tattico potrebbe più assomigliare ad un Cambiasso. Meno tenace difensivamente di Mascherano, nonostante non gli difetti la grinta, (come dimostra la “?cabezona’, giocata in cui Franco va in tackle, tuffandosi con”¦la testa!) risulta però più ordinato e meno dispersivo del mediano del Liverpool, caratteristiche che unite ad una buona tecnica di base e ad una discreta visione di gioco, fanno di Zuculini un perfetto “?doble cinco’ con licenza di inserirsi, da affiancare ad un interditore puro.
Cambiasso come punto d’arrivo quindi. Se Zuculini continuerà  a lavorare sia sul fisico (non ancora formato) che tatticamente in Italia, come ha fatto duramente in Argentina, il paragone non sarà  certo una lontana chimera.

Video: