Gasperini: «Atalanta, ora non demoralizzarti»

Gasperini: «Atalanta, ora non demoralizzarti»
© foto www.imagephotoagency.it

L’Atalanta ha da poco terminato la sua gara in casa a Bergamo contro l’Udinese, le ultimissime notizie e le dichiarazioni per la sedicesima di Serie A da Gian Piero Gasperini

Gian Piero Gasperini non ha avuto molta fortuna oggi con la sua Atalanta, che ha giocato in casa contro l’Udinese per la giornata numero sedici di Serie A. La Dea ha spinto e ha creato molto ma a segnare sono stati gli ospiti, che hanno approfittato degli errori atalantini e hanno portato a casa un ottimo risultato. Atalanta – Udinese è terminata poco fa e e Gasp ha parlato in zona mista alle varie emittenti, di seguito le sue dichiarazioni dopo il novantesimo.
ATALANTA VS. UDINESE: PARLA GASPERINI – «Perdere così fa male, il primo tempo è stato notevole per qualità e per numero di occasioni. Il risultato è bugiardo e dobbiamo ripartire perché non sono queste le partite che ci devono demoralizzare, oggi meritavamo di più e invece abbiamo perso, il calcio è così. Indubbiamente questa partita fa male, abbiamo giocato un primo tempo ottimo e la squadra doveva segnare qualche gol ma Karnezis è stato super. Mi rammarico del terzo gol, è stato un brutto contropiede» è quanto ha detto Gasperini ai microfoni di Rai Sport poco dopo la partita dell’Atalanta contro l’Udinese.
GASPERINI IN CONFERENZA STAMPA: «L’unico rammarico che abbiamo è sul terzo goal, perché eravamo troppo sbilanciati. Non posso rimproverare altro ai ragazzi. Questa è una sconfitta che brucia, ma che non deve demoralizzarci. Mi aspettavo un Udinese così. Sapevo che si tratta di una squadra fisica, difficile da battere. Abbiamo costruito tante occasioni e credo che se fossimo andati in vantaggio noi, avremmo assistito ad un’altra gara. Noi volevamo recuperare la partita, non ci stavamo a perdere. Dopo il pareggio, c’era il tempo per vincerla. Nel primo tempo non siamo stati leziosi, ma è stato miracoloso Karnezis. Nella ripresa siamo stati meno lucidi nell’ultimo passaggio e ciò che ha impedito di segnare».