Gattuso: «Rinnovo? Non è la priorità per me. Più forti del Milan? Se lo dice Pioli…»

Iscriviti
gattuso napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Rino Gattuso, tecnico del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio contro l’AZ Alkmaar. Le sue dichiarazioni

Rino Gattuso, tecnico del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio contro l’AZ Alkmaar. Le sue parole.

MATCH – «Potevamo chiuderla ma non siamo stati bravi. Abbiamo commesso tantissimi errori, ci è andata bene alla fine. Abbiamo dato troppo campo a loro, senza gestire bene il vantaggio. Ci stava anche la sconfitta oggi, non era facile venire qua e giocarsela. Potevamo leggere meglio delle situazioni, ultimamente chi entra dalla panchina ci ha dato tanto mentre oggi ci ha dato poco. Tra una settimana ce la giocheremo contro la Real Sociedad, c’è rammarico».

NOTE POSITIVE – «Ci sono le cose positive, assolutamente. Ma bisogna parlare prima delle cose negative. Potevamo gestirla meglio sui 90 minuti, in fase di possesso e non possesso. C’è rammarico, ma potevamo lasciarci anche i tre punti qua, ci è andata bene. Abbiamo giocato contro una squadra vera, che ha velocità e attacca bene lo spazio. Nel secondo tempo abbiamo fatto male noi, chi è entrato ci ha dato poco e ci può stare. Adesso testa a Crotone, sarà una partita molto difficile perché abbiamo speso tanto. Bisogna ritrovare le forze per fare una grande partita a Crotone».

RINNOVO – «Siamo vicini? Vediamo. Per me i contratti non sono la priorità, per me la priorità è il quotidiano. I contratti non mi fanno impazzire, posso lavorare con i contratti di 4-5 mesi. Io voglio lavorare sul campo».

OSIMHEN – «Tanto è inutile che diciamo che ci manca. Massimiliano Allegri mi diceva sempre: “pazienza basta che arriviamo a 11 e scendiamo in campo”. Questa frase mi è rimasta in testa, speriamo rientri presto ma è inutile stare qua a ribadire che ci manca».

SCUDETTO – «Napoli davanti al Milan? Se lo dicono loro, va bene così. Io so di avere una squadra forte ma non so se possiamo giocarcela alla fine per lo scudetto. Alla fine tireremo le somme».