Genoa, Lerager punta in alto: «Mi ispiro a Gerrard e Lampard»

Genoa, Lerager punta in alto: «Mi ispiro a Gerrard e Lampard»
© foto www.imagephotoagency.it

Genoa, Lerager arrivato nel mercato di gennaio, si è ambientato benissimo: il feeling con la squadra e con mister Prandelli

Lukas Lerager è arrivato nel mercato di gennaio a Genova, ma si è subito ambientato. Il centrocampista danese elogia le qualità di Prandelli«È stata davvero una partenza eccellente, in tutti i sensi. In campo, e pure fuori. Hanno avuto tutti un approccio amichevole con me a Genova. I compagni hanno fatto il resto, e la stessa cosa posso dire per Prandelli e per lo staff tecnico. Un feeling immediato». Lerager è innamorato del calcio italiano, ed ora è stabilmente in nazionale: «Il vostro calcio è il massimo, gli allenamenti sono intensi come se fossero delle partite, l’attenzione alla tattica è feroce, qui non ci sono pause, mai ti potrebbe capitare di andare all’80% delle tue possibilità, come talvolta mi accadeva in passato. E poi, fatto curioso, anche il club in cui sono cresciuto,l’Akademisk Boldklub, ha vinto nove scudetti come il Genoa, di cui è più antico di quattro anni. L’hanno fondato nel 1889».

Lerager è stato stregato anche dall’ambiente del Ferraris«Stadio fantastico, gente che
tifa in tutti i settori e abbraccia il campo. Un’atmosfera unica, mi avevano parlatodella magia
del Ferraris e del calore del pubblico genoano.Mi spiace, anzi,che sia rimasto deluso per l’ultimo pareggio in casa, ma noi abbiamo fatto il possibile per vincere». Il centrocampista danese fissa poi gli obiettivi per il futuro, denotando una certa ambizione: «A giugno il Genoa deciderà se confermarmi. Io vivo giorno per giorno. Sono felice d essere qui, il mio sogno è crescere ancora con la mia nazionale e, più avanti, giocare in Premier League. Mi piacevano Lampard e Gerrard, adoro il modo degli inglesi di vivere il calcio»