Il colosso Amazon punta la Serie A, come potrebbero cambiare gli attuali equilibri?

Iscriviti
Amazon Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo i diritti della Champions, Amazon punta anche alla Serie A. Non è ancora noto in quale misura, ma potrebbe ridisegnare gli attuali equilibri 

Quando si muove Amazon fa sempre notizia. Lo ha già fatto mesi fa, acquisendo parte dei diritti della Champions, e il campionato italiano sembra il prossimo obiettivo di Bezos, dopo gli approdi in Inghilterra e Germania. Con quale formula, o pacchetto, è ancora top secret, ma il momento potrebbe essere propizio vista l’imminente cessione del 10% della A ai fondi private equity e i contratti in essere dei diritti del campionato in scadenza a fine stagione. Amazon avrà tempo fino al 26 gennaio per fare un’offerta per il prossimo triennio, per il quale la Lega ha fissato l’obiettivo in 1 miliardo e 150 milioni a stagione.

In che misura contribuirà Amazon alle casse del nostro calcio è ancora difficile da quantificare, ma oltre ad essere un’ottima notizia per il movimento è il segnale di quanto il colosso di Seattle punti in misura crescente allo sport di livello internazionale (ha anche l’Nfl). La notizia, confermata da Bloomberg, potrebbe rivoluzionare gli equilibri del campionato italiano e avere conseguenze dirette anche sui maggiori “competitor” televisivi e non. Ora rimane solo più da capire (in alternativa lo si scoprirà il prossimo 26 gennaio) se Amazon sulla falsariga inglese opterà per pacchetti “misti” da 7 o 3 gare per turno di campionato, con base d’asta da 750 milioni a stagione o 250 milioni fino a 150 milioni. Soldi freschi per un calcio italiano deciso a rilanciarsi dopo i sacrifici per l’emergenza Covid-19.