Connettiti con noi

Azzurri

Italia, Amelia: «Mancini l’uomo in più. Donnarumma importante nello spogliatoio»

Pubblicato

su

Amelia

Marco Amelia ha parlato dell’Italia di Roberto Mancini in vista del match contro il Belgio

Marco Amelia, allenatore del Livorno e campione del Mondo 2006, in una intervista al Corriere dello Sport ha parlato dell’Italia di Roberto Mancini in vista della partita di venerdì contro il Belgio.

CAMMINO – «Più si va avanti più il livello degli avversari aumenta, con tanto di sorprese. Quello che si è visto nel girone oramai non conta più. Mancini l’ha gestita bene, la sua strategia è stata vincente. E’ partito sapendo di poter cambiare Pessina e Locatelli. Idem con l’avvicendamento tra Berardi e Chiesa. Sono cose che sai già prima». 

BELGIO – «Quella belga è una squadra che gioca, più simile all’Italia. In tutte le partite ha dimostrato di avere qualità. Saràuna sfida in cui l’Italia avrà possibilità di fare meglio dal punto di vista del gioco rispetto alla sfida con Austria, proprio perché il Belgio concederà di più in termini di spazi». 

DONNARUMMA «La forza mentale di Gigio si sta vedendo. Da qualche anno vive sotto pressione, sia nella gestione della situazione personale sia dal punto di vista delle aspettative, ma risponde sempre presente. Quando tutti dicevano che gli eventi potessero minare la sua concentrazione, ha risposto con le prestazioni. E poi è importantissimo nello spogliatoio». 

ITALIA E MANCINI «Ha già ottenuto l’appoggio incondizionato da parte della gente. Nel torneo può arrivare in fondo, e poi ha in Mancini l’uomo in più: è uno di quei grandi allenatori che sa gestire proprio questo tipo di competizioni a livello emozionale. Basta vedere le Coppe che ha vinto in carriera da allenatore. Ha creato un’’identità di gruppo molto forte».