Connettiti con noi

Azzurri

Bonucci: «Il mix tra giovani e più esperti è perfetto. Per la prima volta da quando sono in nazionale…»

Pubblicato

su

Italia Europeo: ecco le dichiarazioni di Leonardo Bonucci a pochi giorni dall’esordio all’Europeo contro la Turchia

Il difensore della nazionale Leonardo Bonucci ha parlato in conferenza stampa a Coverciano a quattro giorni dall’esordio all’Europeo contro la Turchia. Le sue parole:

GIOVANI E RINNOVI – «Io ho visto i diretti interessati molto concentrati sull’obiettivo Europeo. A tutti piacerebbe arrivare con le cose sistemate prima dei una competizione del genere, ma non può essere sempre così perchè ci sono situazioni complicate. Anche i giovani sono molto cresciuti da questo punto di vista e la cosa non mi preoccupa»

STILE DI GIOCO – «C’è grande voglia di arrivare fino in fondo. Servirà un mix di tante cose ma il nostro percorso è chiaro: cercheremo di proporre sempre il nostro gioco pressando alto e mantenendo il possesso della palla. C’è voglia di lottare e siamo pronti ad affrontare le nazionali più forti. Servirà spensieratezza, soprattutto per i più giovani e occhio alla possibilità di giocare a Roma. Il pubblico ci aiuterà tantissimo»

GRUPPO FORTE – «Il fuoriclasse dell’Italia è il gruppo. Non abbiamo giocatori che spiccano a livello internazionale come Lukaku o Ronaldo ma sempre, anche contro le grandi, la squadra ha fatto la differenze e dobbiamo continuare a farla crescere lavorando assieme. Dopo una parentesi nera come l’eliminazione nel 2018 dobbiamo riportare l’Italia dove merita»

COMFORT ZONE – «Non penso che arriveremo all’esordio troppo rilassati. Fanno piacere gli elogi arrivati soprattutto dopo la Repubblica Ceca ma stiamo cercando di tenere i piedi per terra. Per una volta da quando sono in nazionale ci sono pochi problemi e critiche e dobbiamo sfruttarlo a nostro favore per vincere»

DIFESA BUNKER – «Il lavoro sporco che stanno facendo tutti ci permette di non prendere gol da 8 gare. Speriamo di portare avanti questo record anche all’Europeo perchè anche la vittoria per 1-0 fa sempre piacere»

 

 

Advertisement