Juventus, Cobolli Gigli: “Pieno sostegno ad Agnelli”

© foto www.imagephotoagency.it

Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, è intervenuto in diretta su Radio Sportiva per parlare dei ricorsi presentati dalla società  bianconera.

“EÃ?´ inaccettabile per me che non si capisca perchè nel 2006 non siano emerse le intercettazioni sullÃ?´Inter che poi Palazzi ha giudicato in maniera negativa. Il problema non è tanto quello relativo agli scudetti, ma capire perchè quelle telefonate non siano emerse. E anche perchè il colonnello Auricchio e i magistrati di Napoli abbiano dichiarato che non cÃ?´erano altre intercettazioni. Fa benissimo il presidente Agnelli ad andare avanti con i ricorsi”.

Cobolli Gigli è tornato sullÃ?´estate di cinque anni fa: “La storia è fatta di momenti. In quello non cÃ?´era altra possibilità  di difendere la Juve rispetto a quello che facemmo. Non erano ancora emersi quei fatti che avrebbero scagionato la società . Forse la Juve non sarebbe andata in B perchè il quadro giudiziario sarebbe stato diverso. Tornare indietro non serve per riavere quello che è stato perso ma è doveroso chiedere e ottenere chiarezza”.

Infine Cobolli Gigli ha parlato della nuova Juve di Conte: “Ho grande stima di Antonio e credo stia facendo un buon lavoro. Cambiare Del Neri era fondamentale perchè il suo gioco non era adatto ai giocatori in rosa. Da tifoso juventino sono molto fiducioso”.

Fonte | Radio Sportiva