Lazio senti Ledesma: «Mi manca l’Italia, tifosi laziali speciali»

infortunio keita
© foto www.imagephotoagency.it

Lo storico centrocampista, e capitano, della Lazio, Christian Ledesma fa un tuffo nel passato durante questa intervista

Eravamo abituati a vedere Ledesma nel centro del campo, a guidare compagni e manovra. Ecco come l’ex aquilotto parla dei tempi passati e della sua attualità sulle frequenze di Radiosei: «Ho visto la seconda parte di match contro il Milan e devo ammettere che, con questo sistema di gioco, si fa davvero fatica ad andare a rete senza gli inserimenti senza palla dei centrocampisti. A volte scherzo con Muzzi, che fa parte dello staff tecnico del Panathinaikos, sul 26 maggio. Ammetto che Roma mi manca, però è distante soltanto poche ore di aereo. Quando posso, torno a casa per trascorrere del tempo con le persone care. Saluto i tifosi della Lazio: sono sempre molto calorosi con me».

KALIMERA – Ledesma racconta anche come va l’esperienza in terra ellenica: «Queste sono esperienze che fanno maturare: è tutto molto bello, sereno e tranquillo. I tifosi, e le persone in generale, ti fanno sentire subito a tuo agio. Ogni volta che giochiamo in casa si avvertono sempre vibrazioni positive. Mister Stramaccioni è molto preparato e ha uno staff di professionisti: stiamo lavorando per ritornare ad essere un top club. E’ bello essere considerato un punto di riferimento dai compagni, lo stesso allenatore mi fa sentire importante per questo progetto».