La dura vita di Cristiano Ronaldo: «A volte dimentico di essere me»

La dura vita di Cristiano Ronaldo: «A volte dimentico di essere me»
© foto www.imagephotoagency.it

Cristiano Ronaldo svela anche una parte più intima e privata di sé stesso nell’intervista rilasciata stamane ai maggiori giornali sportivi: dal rapporto con i tifosi, a quello con la fede

Non solo calcio, la rivalità con Leo Messi e tutto il resto: Cristiano Ronaldo nel corso della triplice intervista rilasciata stamane per La Gazzetta dello Sport, Tuttosport e il Corriere dello Sport ha mostrato un lato di sé decisamente più inedito e sicuramente privato. L’attaccante della Juventus ha svelato le difficoltà dell’essere sé stesso: fare la parte del Cristiano Ronaldo, all’apparenza, non sembrerebbe proprio una passeggiata… «Nessuno è perfetto, a me forse è successo con la pazienza. Sei o sette anni fa non ero molto paziente, ma ora sono migliorato – ha detto CR7 di sé – . Difetti? Mah, non so, ne ho di certo ma forse sto migliorando con l’età. A volte i miei amici e la mia famiglia mi dicono: “Ehi, sai che sei Cristiano Ronaldo? Tu non puoi fare questo”. Ogni tanto me lo dimentico, ma è una cosa buona. Se pensassi di aver vinto tutto, di avere soldi e successo, sarei pigro e non lavorerei duro. Preferisco non saperlo, a volte è meglio dimenticarlo».

Ronaldo parla anche del rapporto con i tifosi, anche con quelli più invadenti (soprattutto italiani): per il portoghese provare ad essere gentile è la regola, specie se si tratta di bambini. Bambini come suo figlio, Cristiano Ronaldo junior, che nei pulcini della Juventus sta già facendo gol a valanghe e promette di diventare calciatore come il papà: «Cristiano junior lo sa, gioca nella Juve, avverte la pressione e gli piace. Sa che papà è una star ed è felice. A volte mi chiede “Posso portare due amici italiani a casa?”, io gli dico di sì e lui “Ma devi esserci tu, perché vogliono fare una foto”. Tutto questo fa parte del mio viaggio come papà. Cristianinho vuole essere come me, gli altri sono ancora piccoli ma presto sentiranno questa pressione». Infine: Ronaldo parla della sua fede (ogni settimana prova ad andare in chiesa quando riesce), che è l’occasione giusta anche per parlare dell’amore con Georgina Rodriguez: «Cambio chiesa ogni settimana perché a Torino puoi scegliere, ce ne sono tante. Un paparazzo quella volta mi ha visto e ha pensato che mi sarei sposato. In futuro non so se succederà, ma ora non è nei miei piani». Dunque nessuna data di nozze ancora fissata. Per adesso…