Marino: «Sono pessimista sulla ripresa, pensiamo anche al futuro»

Serie A Marino
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Pierpaolo Marino, dirigente dell’Udinese, che ha detto la sua sulla possibile ripresa della Serie A

Pierpaolo Marino, dirigente dell’Udinese, è intervenuto sulle frequenze di Radio 24 nel corso di Tutti Convocati, parlando della possibile ripresa del campionato. Ecco le sue dichiarazioni.

LA RIPRESA – «Io sono pessimista su questa possibile ripresa. Tutti vorremmo riprendere ma questa voglia sbatte con la quotidianità e la realtà di questa malattia che non è passata. Penso a Wuhan dove il club ha convocato la squadra due giorni fa e da noi la pandemia è scoppiata due mesi e mezzo dopo. La paura mia da dirigente è preoccuparci solo di questa stagione, ma dovremmo preoccuparci anche della prossima perché se non dovessimo riprendere a pieno regime davvero potremmo arrivare al crac di alcuni club».

LA POSIZIONE DELL’UDINESE – «La Lega è compatta, confermo, tutti vogliamo riprendere. Anche l’Udinese chiede rispetto delle tutele del personale, assolutamente noi vorremmo essere in campo il prima possibile».

I CONTRATTI – «La prorogabilità dei contratti? Ci saranno tanti contenziosi. Il primo giocatore che non rinnova farà saltare il banco, poi ci sono anche i prestiti che a giugno devono rientrare».

DIRITTI TV – «I rapporti sono cordiali, non si andrà al conflitto, ci sono i contratti. I club hanno risorse maggiori dalle tv, ma le piattaforme senza calcio non sopravvivono e questo è un rapporto di simbiosi che non può essere intaccato».