Connettiti con noi

Azzurri

Materazzi: «Thuram? Non l’ho mai visto uscire dal campo quando mi cantavano “figlio di p*****a”»

Pubblicato

su

Materazzi

Marco Materazzi, campione del Mondo 2006, ha parlato dal palco del Festival dello Sport di Trento. Le sue dichiarazioni

Marco Materazzi, campione del Mondo 2006, ha parlato dal palco del Festival dello Sport di Trento. Le sue parole.

POST CHIELLINI – «Stiamo parlando di un maestro. A me Bastoni piace tantissimo, gli errori si fanno e in Nazionale si pagano di più. Siamo ben forniti, lunga vita a Giorgio ma chi è dietro spinge e merita di giocare. Quella è la nostra forzaH»

UNITA DEL GRUPPO – «Forse Calciopoli ha destabilizzato il gruppo. Loro hanno costruito il gruppo in tre anni, noi meno. Lippi e Mancini hanno fatto credere a tutti che si poteva vincere, vincono perchè fanno un percorso. A Coverciano si stava le ore a parlare in quella tavolata lunga».

ARNAUTOVIC – «Arnautovic aveva grandissime qualità. Si presentò dicendo che dopo sei mesi sarebbe stato più forte di Ibrahimovic, io l’ho buttato fuori dallo spogliatoio. Calma, rilassati. Ha dimostrato di essere forte in Premier, poi ha fatto il passaggio in Cina, ora è al Bologna e farà benissimo».

MANCINI – «Quando mi allenava si arrivava spesso allo scontro verbale e fisico. Prima del Mondiale ci scontrammo e dopo chiarimmo. »

CHIELLINI CHE PLACCA SAKA – «Ha fatto bene, le finali si vincono»

THURAM – «Rispetto Thuram e odio il razzismo ma non l’ho mai visto uscire dallo stadio quanto cantavano: “Materazzi figlio di puttana” e quello è educazione verso i neri, bianchi ecc»

SERIE A – «Devo fare i complimenti a Pioli, sta crescendo di partita in partita insieme ai ragazzini terribili. Ora arriva il nonno Ibra e farà la differenza. Il Milan sarà ostico, la Juve tornerà, il Napoli farà molto bene. La differenza le faranno le piccole-medie squadre che toglieranno i punti alle grandi».