I migliori 11 giocatori italiani del 2016

I migliori 11 giocatori italiani del 2016
© foto www.imagephotoagency.it

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: tra conferme, sorprese e vecchie bandiere. In attesa del 2017 e dell’esplosione dei giovani visti all’opera in questi mesi

Finalmente, gli italiani. Giovani e non. Bandiere, conferme e nuove sorprese. Il 2016 è stato un anno senz’altro positivo per il movimento calcistico nostrano. E la conferma non arriva tanto dal percorso della Nazionale Italiana agli scorsi Europei, ma quanto per i tanti e nuovi calciatori che si affacciano alla ribalta della massima divisione professionistica. Negli ultimi mesi abbiamo visto esordire giovani talenti che, ne siamo certi, faranno senz’altro strada nel mondo del calcio, ma il 2016 è stato anche l’anno di diverse conferme e delle sempreverdi bandiere. Juventus e Milan, finaliste della scorsa Coppa Italiana e della Supercoppa Italiana, stanno formando un blocco azzurro che si ritrova in Nazionale, ma anche diversi altri club d’alta classifica stanno mettendo in mostra calciatori nostrani dal futuro senz’altro interessante: e se Buffon può restar tranquillo per la sua eredità che verrà raccolta da Donnarumma, la BBC bianconera sta trovando nuova linfa grazie alle prestazioni di Leonardo Bonucci, ormai top player di livello mondiale, e la loro eredità in azzurro ci aspettiamo venga raccolta da Rugani e Romagnoli. Ma il 2016 non è stato solo l’anno dei difensori: qualità, gol e prestazioni hanno permesso a Belotti, Bernardeschi, Pavoletti, Insigne e Bonaventura di essere tra i protagonisti degli ultimi mesi di Serie A. Molti altri, come Domenico Berardi, sono stati protagonisti di una prima parte di 2016 di grande livello, per poi perdersi nel 2016/2017 a causa di diversi infortuni: torna presto Mimmo, ‘sta casa aspetta a te!

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Donnarumma, Milan

Il 2016 è stato senz’altro di Gianluigi Donnarumma, il portiere del Milan di Castellammare di Stabia. Esordio a 16 anni e 8 mesi, viene schierato titolare nel derby contro l’Inter del 31 gennaio 2016 e da quel momento non abbandonerà più i pali della porta rossonera con 47 presenze che gli son valse la convocazione in Nazionale italiana e l’eredità di Gianluigi Buffon, capitano della Juventus e della Nazionale. Un 2016 da sogno che si è concluso nel migliore dei modi per Donnarumma, centrando anche il primo trofeo professionistico della sua carriera: il 23 dicembre 2016 a Doha vince la Supercoppa Italiana contro la Juventus ed è autore di una parata da brividi sul calcio di rigore decisivo di Paulo Dybala. Ecco, l’immagine della parata con la mano di richiamo sul sinistro della Joya destinato nel ‘sette’ è l’emblema del 2016 del portierone rossonero. Che predestinato, Gigio Donnarumma!

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Buffon, Juventus

«Dispiace per la Supercoppa Italiana, ma il 2016 è senz’altro positivo». Parola di Gianluigi Buffon, capitano della Nazionale e della Juventus. E del resto ne ha tutte le ragioni: 600 presenze con la maglia bianconera , record di imbattibilità non subendo gol in undici delle prime 12 gare disputate in Serie A nel 2016 e chiudendo così la saracinesca per 973 minuti fino al gol di Andrea Belotti su calcio di rigore. Quinto scudetto consecutivo, ancora da protagonista, l’ennesimo della sua carriera: accoppiata vincente, la seconda di fila, vincendo Scudetto e Coppa Italia, prestazione maiuscola agli Europei arrendendosi solo alla Germania nei quarti di finale, 100esima partita in Champions League. Il passato ed il presente è sempre e solo Gigi Buffon: per il futuro, vedasi sopra. Donnarumma is yet to come.

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Bonucci, Juventus

L’obiettivo di Leonardo Bonucci è chiaro: vuole diventare una leggenda della Juventus e lo dimostra la firma del rinnovo pluriennale fino al 2021 al termine di un 2016 eccezionale che lo ha consacrato come il miglior difensore centrale del mondo. Quinto scudetto consecutivo per il numero 19 della Juventus e una valutazione di mercato da fuoriclasse: Pep Guardiola avrebbe fatto carte false per portarlo con sé nella nuova avventura con il Manchester City e altrettanto avrebbe fatto il suo ex tecnico alla Juventus e in Nazionale, Antonio Conte. Tutto ciò non è bastato: Bonucci è rimasto alla Juventus, sta vivendo il suo miglior periodo della carriera e ha denotato non solo qualità tecniche invidiabili, ma soprattutto doti caratteriali che lo portano nel gotha dei difensori mondiali. I problemi di salute del figlio Matteo ne hanno maggiormente temprato il carattere e la fame in campo: è uno degli elementi intoccabili dell’inossidabile BBC, ma all’orizzonte si profila una coppia centrale con Daniele Rugani che può far le fortune di Juventus e Nazionale per i prossimi 10 anni. E, come disse quel tale, «Bonucci logora chi non ce l’ha».

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Barzagli, Juventus

Citiamo un altro degli elementi di quella BBC bianconera che ha fatto le fortune anche della Nazionale italiana. E le lacrime di Andrea Barzagli dopo i calci di rigore con la Germania all’Europeo non sono facilmente dimenticabili: «C’era la voglia di stare insieme». Parole secche, senza appello: leader silenzioso di un gruppo granitico, esperienza al servizio dei più giovani che ne raccoglieranno l’eredità. Il 2016 di Andrea Barzagli, condito dalla vittoria dello Scudetto e della Coppa Italia, ne ha nuovamente certificato la sua presenza tra i migliori difensori centrali di ruolo: le primavere incombono, è vero, la condizione fisica e gli infortuni fanno il resto – altrettanto vero – ma ogni sua partita è una sorta di lectio magistralis per chi si accosta a sognare una carriera da difensore centrale. Eleganza e concretezza, mai domo, fa della concentrazione in campo uno dei suoi punti di forza: gli anticipi sono il suo pane quotidiano e ne fa diventare l’incubo di ogni attaccante. Peccato per il suo 2016 chiuso in anticipo per via di una lussazione alla spalla: lo aspettiamo nuovamente in campo nel 2017, pronti a goderci quelle che sembrano essere le ultime stagioni di uno dei reduci del Mondiale 2006. 

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Candreva, Lazio/Inter

Finalmente il salto di qualità per Antonio Candreva. Il 2016 è stato l’anno della consacrazione del calciatore ex Juventus: la seconda parte di stagione con la Lazio ne è valsa la scontata convocazione di Antonio Conte per l’Europeo 2016 in cui è stato decisivo subito all’esordio, il 13 giugno contro il Belgio, realizzando l’assist decisivo per Graziano Pellè, autore del 2-0 contro la formazione che fu di Wilmots. L’infortunio nella seconda gara del girone, invece, ne ha di fatto chiuso l’Europeo in anticipo ma il suo percorso in Nazionale è immediatamente ripartito con l’avvento di Giampiero Ventura come commissario tecnico. Nel frattempo, però, Candreva ha lasciato la Lazio per accasarsi alla nuova Inter del gruppo Suning. Il suo bilancio personale è senz’altro positivo, mentre le prestazioni della squadra sono state altalenanti ma in crescendo, il che lascia ben sperare per un 2017 a tinte nerazzurre. Come al solito si conferma uno degli elementi da bonus: esterno destro di qualità e quantità, fin qui ha realizzato ben tre gol e quattro assist con la maglia della formazione nerazzurra. Può fare ancora di più, obiettivo ‘doppia doppia’.

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Bonaventura, Milan

E’ stato l’escluso di lusso della Nazionale Italiana di Antonio Conte agli Europei 2016 in Francia. Jack Bonaventura, classe ’89, si sta rivelando uno dei calciatori italiani più duttili in circolazione, destreggiandosi senza problemi da esterno offensivo in un tridente d’attacco, da esterno di sinistra in un centrocampo a cinque, da mezz’ala in una mediana a tre. Le sue qualità, corsa, tecnica, palleggio, intelligenza tattica, ne fanno il calciatore ideale per ogni allenatore e ne ha ben donde il tecnico Vincenzo Montella a tenerlo stretto con sé al Milan. Il suo 2016, ricco di giocate e prestazioni, ne ha fatto un elemento imprescindibile dell’undici rossonero, conclusosi nel migliore dei modi per Jack: il Milan ha vinto la finale di Supercoppa Italiana a Doha contro la Juventus, riscattando così la cocente sconfitta di Coppa Italia all’Olimpico di Roma e centrando così il primo trofeo della sua carriera professionistica, così come per larga parte della giovane rosa dei rossoneri che hanno consegnato il 29esimo trofeo dell’era Berlusconi prima del closing e dello storico passaggio di proprietà.

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Bernardeschi, Fiorentina

Il sommo poeta di Massa Carrara. Il 2016 è il suo magic moment e sembra averlo elevato a giocatore di assoluta caratura tecnica. Il momento decisivo? Il ritorno nel ruolo che più gli si confa dopo esser stato utilizzato per un anno e passa come fluidificante di destra a 50 metri dall’area di rigore. Una volta rientrato «con i piedi in campo» abbiamo visto il vero Bernardeschi, estro e qualità, gol e assist, prestazioni e continuità. Inizia in sordina il campionato 2016/2017: «Eh, ma non segna!» le critiche che piovono da agosto a settembre. Poi trova il gol in trasferta contro il Cagliari: da quel momento non si è più fermato, ha aumentato il proprio livello gara dopo gara, ha fatto letteralmente innamorare Firenze e tutta l’Italia. Pochi giorni fa, l’Oscar da attore protagonista in Fiorentina – Napoli: una doppietta tutta cuore e fantasia. E’ sesto (!) in classifica marcatori, agguantando uno che di mestiere i gol li fa (Immobile): 9 gol nel girone d’andata con la Fiorentina. Il sommo poeta di Massa Carrara è letteralmente esploso: tutti ai tuoi piedi, Berna!

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Insigne, Napoli

Ci ricorderemo del suo 2016 – tra le altre cose – della sua capigliatura biondo-ossigenata, delle sue «lezioni di napoletano» insieme al professor Ciro Immobile per lo ‘studente’ Alessandro Florenzi, ma Lorenzigne non è solo questo. E’ molto altro: è tecnica sopraffina da ‘calcio di strada’, è qualità al servizio della squadra, è l’anteporre gli assist alle realizzazioni personali. Il 2016 è stato l’anno del ritorno di Lorenzo Insigne dopo il terribile infortunio: ha sfiorato la vittoria dello Scudetto con il Napoli, fermandosi al palo solamente nei mesi finali del campionato dopo il ritorno della terribile Juventus in rimonta, ma ha iniziato nel migliore dei modi questo 2016/2017 confermandosi come il titolare del Napoli per quel che concerne il ruolo di attaccante esterno di sinistra. L’esplosione di Dries Mertens da falso nove ne ha senz’altro facilitato il compito, ma basta vederlo giocare per capire come sia imprescindibile nella macchina perfetta di Maurizio Sarri. Quest’anno si sta superando: 5 gol e 5 assist, nel mirino la ‘doppia doppia’ a fine campionato. E lo aspettiamo al Santiago Bernabeu, tutti in piedi sul divano a tifare il Napoli e lo scugnizzo di Frattamaggiore contro i campioni d’Europa del Real Madrid. 

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Pavoletti, Genoa

Ok, si passa all’artiglieria pesante. Il 2016 è stato un anno petaloso Pavoloso! Il bomber livornese, classico centravanti d’area di rigore, ha scalato gerarchie tra gli attaccanti italiani confermandosi a suon di gol nella passata stagione: il 2015/2016, infatti, è stato l’anno della sua definitiva esplosione che a fine campionato ne ha certificato il suo risultato come miglior cannoniere italiano della stagione, con 14 reti segnate su 25 presenze totali. Ci si aspettava il salto di qualità da agosto in poi, ma le sue prestazioni sono state condizionate da alcuni infortuni che ne hanno limitato l’utilizzo nel nuovo Genoa di Ivan Juric: solo tre gol, dunque, in questo primo scorcio stagionale, ma son bastati a valere la ‘promozione’: tra pochi giorni, infatti, Leonardo Pavoletti sarà il nuovo attaccante del Napoli di Maurizio Sarri, privo di Arek Milik. E’ la sua occasione: tra campionato, Champions League e Coppa Italia può mettersi in mostra e – se proseguirà con la sua consueta generosità – diverrà un idolo del San Paolo in poco, pochissimo tempo. Buona fortuna Leo!

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Immobile, Lazio

Il ritorno di Ciro. Archiviate le parentesi esterofile, Immobile è tornato in auge nel calcio italiano che conta: Antonio Conte gli ha affidato le chiavi del reparto offensivo nello scorso Europeo in combo con Graziano Pellé e le sue prestazioni non sono passate inosservate. Tant’è che la Lazio, senza pensarci su due volte, non ha esitato ad affidargli la delicata eredità di Miroslav Klose. Un acquisto, quello dei biancocelesti, assolutamente sensato che ha fatto fin qui la fortuna della formazione di Simone Inzaghi. Le qualità di Ciro, infatti, ben si sposano con il 4-3-3 biancoceleste, libero di giostrare sull’intero arco offensivo senza fossilizzarsi più di tanto come tipico centravanti d’area di rigore. Del resto Immobile è sempre più un bomber da ripartenze in contropiede, visto che fa della velocità e della caparbietà le sue doti migliori per punire gli avversari. E, in questo girone d’andata, ha fatto la differenza con la Lazio: ben nove reti in 18 partite e un assist, ma può ancora migliorare nell’anno che verrà.

I migliori 11 giocatori italiani del 2016: Belotti, Torino

Il Gallo Belotti. The next big thing del calcio italiano. Il bomber di Calcinate ha fatto letteralmente innamorare gli appassionati di Serie A e il 2016 è senz’alcun dubbio il suo anno. Classe ’93, ha trovato nel Torino la sua esplosione nel calcio che conta, tanto da valergli l’interesse dei top club europei, innamorati delle sue doti tecniche e fisiche. Centravanti talentoso, più volte accostato a Gianluca Vialli, non sembra denotare difetti: fa gol in tutti i modi, di testa, di piede, dalla distanza, sotto porta, di tacco. Letale in contropiede per via delle sue accelerazioni, è idolo incontrastato dei tifosi, innamorati del suo gioco tutto cuore e senso del gol: schierabile da prima o seconda punta, rappresenta il tipo di attaccante 2.0 che ne certifica il ruolo di uno dei maggior talenti del calcio italiano che questo 2016 ha mostrato sul proprio palcoscenico. Le sirene del Manchester United sembrano non fare differenza per il Gallo che lo scorso 28 agosto ha realizzato la prima tripletta in Serie A. E, poche settimane fa, Urbano Cairo lo ha blindato fino al 2021 con una clausola da 100 milioni di euro valida per il mercato estero. E sul 2017 che verrà campeggia una frase: Gallo, the world is yours!

I migliori 11 giocatori italiani del 2016:

  • Gianluigi Donnarumma, Milan
  • Gianluigi Buffon, Juventus
  • Leonardo Bonucci, Juventus
  • Andrea Barzagli, Juventus
  • Antonio Candreva, Lazio/Inter
  • Giacomo Bonaventura, Milan
  • Federico Bernardeschi, Fiorentina
  • Lorenzo Insigne, Napoli
  • Leonardo Pavoletti, Genoa
  • Ciro Immobile, Lazio
  • Andrea Belotti, Torino