Milan, Calhanoglu snobba l’Inter: «Derby? Noi puntiamo al Napoli»

gattuso-calhanoglu-milan-gennaio-2019
© foto www.imagephotoagency.it

Milan Calhanoglu è convinto di fare bene nel derby e non si accontenta del terzo posto: l’obiettivo è raggiungere il Napoli

Calhanoglu ha attraversato un periodo buio, tra la fine dello scorso anno e l’inizio del 2019, e sembrava un corpo estraneo al momento magico dei rossoneri. Il tedesco, naturalizzato turco, ha poi ingranato la marcia, rivelandosi come uno dei giocatori più decisivi della squadra di Gattuso. Merito suo, certo, ma anche del mister che lo coccola: «Il calcio è una questione di tempi. Ci sono alti e ci sono bassi. Io, per carattere, sono sempre focalizzato sul gruppo e non su me stesso. Comunque sono felice per come sono andate le ultime due ­tre settimane, la situazione è migliorata. in carriera ho sempre avuto ottimi rapporti con tutti i miei tecnici. Io all’allenatore do rispetto e lo ottengo a mia volta. E poi vorrei precisare che Gattuso è così con tutti i giocatori, non solo con me. Il rapporto è bello con tutta la squadra. Lui è stato calciatore e sa di cosa hanno bisogno i suoi ragazzi. Parlare con l’allenatore e molto importante. Lui trasmette una grande energia positiva e mette i giocatori in condizione di rendere ad alto livello. Personalmente, mi ha aiutato anche nel privato».

Capitolo derby

Calhanoglu poi parla del derby, particolare, che vedrà contrapposte due squadre in momenti assolutamente differenti. Il Milan è in rampa di lancio, anche per la prossima stagione, l’Inter invece si prepara all’ennesima rivoluzione. Ma il derby è sempre una partita a sè: «Abbiamo grande rispetto per l’Inter, sappiamo che sarà durissima e che dovremo dare il 150%, ma noi siamo in grande forma. Ci sentiamo forti, ci sentiamo bene e stiamo facendo un ottimo percorso grazie ai grandi numeri di Piatek. Mi piacerebbe fare l’assist per il gol vittoria di Krzysztof. Lui e Paquetà sono entrati nel gruppo velocemente. Questa è una squadra molto unita, che si aiuta. Nella testa c’è sempre stata l’idea di avvicinarci. E il Napoli deve fare attenzione a non perdere altri punti. Siamo in piena corsa Champions e non siamo lontani da serate come quella della Juve dell’altra sera».