Milan-Genoa 2-1: pagelle e tabellino

suso milan
© foto www.imagephotoagency.it

Milan-Genoa, recupero 1ª giornata Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Si è concluso con il sorprendente risultato di 2˗1 il recupero della prima giornata di Serie A tra Milan e Genoa. I padroni di casa illudono subito i suoi tifosi con uno straordinario gol di Suso dalla distanza, in apertura, ma poi, mal sfruttando alcuni ghiotte occasioni, subiscono la reazione del Genoa che, nel quarto d’ora finale della prima frazione, si rende pericoloso con numerose opportunità da rete. La seconda frazione si apre con la squadra ospite che manovra con decisione, al punto da riuscire a ottenere un meritato pareggio con una carambola, propiziata da Kouamé e messa in porta da Romagnoli. Colpito nel segno, esce il vero cuore rossonero che spinge fino a ottenere un insperato gol, su respinta maldestra di Radu e pallonetto vincente di Romagnoli. Da segnalare la straordinaria prestazione del portiere genoano che tiene in partita i suoi fino all’ultimo, per poi buttare al vento tutto con un’uscita strampalata. Il Milan, con il cuore, la grinta, la determinazione e la fortuna, riesce a superare un Genoa arcigno, volenteroso e sfortunato, salendo al 4° posto, in coabitazione con la Lazio.

Milan-Genoa 2-1: tabellino

Marcatori: 4′ pt, Suso (M); 11′ st, aut Romagnoli (G); 47′ st, Romagnoli (M)

Milan (3-5-2): Donnarumma 6.5; Musacchio 6, Romagnoli 6.5, Rodriguez 5.5; Suso 7, Kessié 6, Bakayoko 4.5, Calhanoglu 6 (38′ st, Castillejo ng), Laxalt 5 (18′ st, Abate 5); Cutrone 6, Higuain 6.5. Allenatore: Gattuso

Genoa (3-5-2): Radu 6.5; Biraschi 7, Gunter 6, Criscito 6.5; Lazovic 6, Romulo 6 (21′ st, Veloso 6), Mazzitelli 5.5 (33′ st, Omeonga 5), Bessa 6, Zukanovic 6; Kouamé 7, Piatek 5 (40′ st, Pandev 6). Allenatore: Juric

Arbitro: Fabrizio Pasqua

Note: Ammonizioni: Criscito (G), Kessié (M), Veloso (G), Rodriguez (M)

MIGLIORE IN CAMPO ˗ MILAN:

Suso 7: indubbiamente il migliore dei suoi, non solo per il gol straordinario realizzato in apertura ma, soprattutto, per gli ottimi spunti sulla fascia, spesso propiziatori di occasioni da gol non finalizzate dai compagni. Attualmente, imprescindibile.

PEGGIORE IN CAMPO ˗ MILAN:

Bakayoko 4.5: inizia in maniera molto propositiva, poi si perde, commettendo, prima, un grave errore in retropassaggio ma, soprattutto, propiziando il gol del pareggio con un palleggio inutile in area di rigore. Subissato dai fischi, non riesce più a completare un passaggio corretto

MIGLIORE IN CAMPO ˗ GENOA:

Biraschi 7: se si dovesse riassumere la sua prestazione con un solo aggettivo, la si potrebbe definire straripante: sempre attivo sulla fascia destra, non perde occasioni per mostrare la sua classe con dribbling e scatti palla al piede davvero notevoli

Kouamé 7: l’autentica spina nel fianco della difesa rossonera. Scatenato tra le linee, non perde occasione per pressare i difensori e cercare di rubare palla, sfruttando i numerosi errori. Suo lo spunto per il gol del pareggio, inutile ai fini del risultato finale

PEGGIORE IN CAMPO ˗ GENOA:

Piatek 5: il peggiore Piatek di stagione: tranne in due occasioni della prima frazione, si rivela irriconoscibile. Sbaglia spesso movimenti determinanti, da attaccante qual è; non si rende quasi effettivamente pericoloso e sbaglia passaggi, a volte, elementari


Milan-Genoa: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Milan ricomincia con un palleggio, spesso sterile, che aveva condizionato gran parte del secondo tempo. La prima vera occasione capita sui piedi di Higuain ma è uno straordinario intervento di Radu a evitare il gol del raddoppio rossonero. I numerosi falli a centrocampo rendono la manovra di gioco molto meno fluida. Il Genoa, come sempre molto attento a sfruttare gli errori degli avversari, ne approfitta trovando con Kouamé un gol davvero singolare, complice una netta deviazione di Romagnoli, ma soprattutto complice un netto errore di Bakayoko. Il Milan reagisce con ordine, creando diversi grattacapi a Radu, in particolare con Higuain. La squadra di Juric non sta a guardare e contrattacca con il solito Kouamé, sempre molto abile a sfruttare gli errori della difesa. Il pressing forsennato dei rossoneri, però, viene in conclusione premiato da un’uscita scriteriata di Radu, perfetto fino al 47’, e realizzato da Romagnoli con un grande pallonetto

48′ – Finisce qui: il Milan conquista una vittoria importantissima in extremis

47’ ˗ GOL MILAN!!! Romagnoli sfrutta un’uscita scriteriata dell’ottimo Radu e, da fuori area, infila in pallonetto

45’ ˗ Assegnati 3’ di recupero

45’ ˗ Traversone di Abate sul secondo palo, messo in calcio d’angolo da Biraschi

43’ ˗ Buon uno/due tra Abate e Kessié in area di rigore, conclusosi con un nulla di fatto dopo il cross palesemente errato del terzino

40’ ˗ Ultimo cambio Genoa: esce Piatek, entra Pandev

38’ ˗ Cartellino giallo per Rodriguez, reo di un brutto fallo su Kouamé

38’ ˗ Cambio per il Milan: fuori Calhanoglu, dentro Castillejo

37’ ˗ Occasione Genoa. La squadra di Juric non rinuncia a spingere con Lazovic che, dall’interno dell’area, lascia partire un piatto che Donnarumma devia in angolo con una parata davvero straordinaria

36’ ˗ Occasione Milan. Suso, sempre con lo stesso movimento, sempre dalla solita mattonella, ci prova con il tiro a giro ma è ancora una volta Radu a sventare la minaccia con un provvidenziale intervento in tuffo

34′ – Ammonizione per Veloso

33’ ˗ Radu smanaccia in maniera decisamente poco spettacolare, favorendo l’inserimento di Kessié che, a sua volta, sbaglia completamente calciando sul fondo

33’ ˗ Cambio per il Genoa: esce Mazzitelli, entra Omeonga

27’ ˗ Occasione Milan. Servito alla perfezione da Suso, Calhanoglu calcia con il destro dal limite dell’area, non trovando la giusta coordinazione: palla sul fondo

24’ ˗ Occasione Milan. Ancora una volta, Radu si supera con una straordinaria e complicatissima parata su tiro ravvicinato di Kessié

21’ ˗ Cambio per il Genoa: esce Romulo, entra Veloso

21’ ˗ Ennesimo calcio d’angolo per il Milan, sprecato con un tiraccio di Bakayoko dal limite dell’area

19’ ˗ Occasione Milan. Da fermo, Higuain, dopo un rapido tocco, calcia con forza dal limite dell’area, creando un’occasione che soltanto un ennesimo intervento provvidenziale di Radu nega il gol all’argentino

19’ ˗ Fuorigioco fischiato a Calhanoglu

18’ ˗ Primo cambio Milan: entra Abate, esce Laxalt

18’ ˗ Sugli sviluppi del calcio di punizione, Bessa ha la possibilità di ripartire, sprecata da una transizione troppo lenta

17’ ˗ Dopo un contrasto con Cutrone, Biraschi rimane a terra, lamentando un forte dolore alla caviglia: dopo alcuni secondi, il terzino si rialza e può riprendere il gioco

16’ ˗ Ricardo Rodriguez ci prova dalla lunghissima distanza ma la sua conclusione finisce direttamente in tribuna

14’ ˗ La pressione di Cutrone si rivela estremamente efficiente: calcio d’angolo mal sfruttato dal brutto tiro di Kessié dalla distanza

11’ ˗ GOL GENOA!!!! Incredibile rete realizzata da Kouamé, dopo una carambola che ha dello straordinario. Bakayoko cincischia in area di rigore e, anziché allontanare spazzando, sceglie di optare per un retropassaggio che favorisce l’ingresso di Kouamé. Sul tentativo di cross di quest’ultimo, Romagnoli devia, infilando sotto l’incrocio dei pali

10’ ˗ Provvidenziale scivolata di Criscito su Calhanoglu a evitare la discesa sulla fascia

8’ ˗ Suso rientra sul sinistro, mettendo al centro dell’area un cross interessante che Laxalt devia, senza però troppa convinzione: palla sul fondo

6’ ˗ Bessa, con un netto fallo, va dritto su Kessié: calcio di punizione per il Milan

5’ ˗ Romulo prova lo spunto autonomo, involandosi verso la metà campo avversaria: Kessié si aggrappa al centrocampista, atterrandolo e ricevendo un inevitabile giallo

3’ ˗ Sugli sviluppi del corner, Bakayoko commette un fallo ingenuo, vanificando il colpo di testa che, in ogni caso, era uscito sul fondo

2’ ˗ Occasione Milan. Higuain, visibilmente spazientito, lascia partire un tiro interessante dal limite dell’area, deviato prima con la punta, poi con il tacco da un difensore. Radu è costretto a un super intervento

1’ ˗ Le squadre sono rientrate in campo. Pasqua fischia l’inizio della seconda frazione: palla al Milan

SINTESI PRIMO TEMPO: La prima parte della frazione vede come principale protagonista il Milan che riesce a manovrare con una certa fluidità, chiudendo e coprendo con ordine, senza lasciare troppe possibilità agli avversari. Ad agevolare la situazione ci pensa Suso che, al 4’, riesce a infilare Radu con un preciso tiro dalla distanza. Il Genoa combina poco, dimostrando scarsa qualità negli ultimi 30 metri. Funziona ottimamente la fascia destra con gli inserimenti di Kessié e i cross precisi di Suso, così come Piatek si fa vedere in due/tre occasioni, dimostrando di potersi rivelare letale e pericoloso a ogni tocco palla. Intorno alla metà della frazione, la partita assume un andamento eccessivamente lento e poco spettacolare, così il Genoa ne approfitta, riuscendo ad accumulare diverse occasioni da rete e sfruttando le difficoltà del Milan, che non riesce più a contenere e fare filtro a centrocampo.

45’ ˗ Fine prima frazione: il Milan conduce per una rete a zero

45’ ˗ Il tentativo di contropiede di Cutrone viene bloccato da Gunter

43’ ˗ Prima ammonizione del match per Criscito, reo di una brutta entrata a piede a martello sull’avambraccio di Cutrone

42’ ˗ Genoa in costante pressione: tutta la squadra attacca in massa e l’azione prolungata, conclusa con un tiro di Criscito, si perde sul fondo

40’ ˗ Occasione Genoa. Grande spunto di Biraschi sulla fascia: il suo cross in direzione di Piatek viene anticipato per un soffio da Musacchio. Sul prosieguo dell’azione, Romulo colpisce di testa schiacciandola al suolo e indirizzando la palla di poco alta sopra la traversa

39’ ˗ Occasione Genoa. Errore di Donnarumma con i piedi, letto alla perfezione da Kouamé che ruba il pallone al limite dell’area, per poi metterlo in mezzo alla ricerca di Piatek, anticipato da un provvidenziale intervento di Musacchhio

37’ ˗ Occasione Genoa. Bakayoko si prende un rischio eccessivo, dando un pallo lentissimo a Donnarumma che, in evidente difficoltà per la pressione di Piatek, mette in fallo laterale dopo aver cincischiato non poco con il pallone

35’ ˗ Ottimo spunto di Biraschi che, dalla sua area, si invola palla al piede, saltando più avversari, per poi essere recuperato da un ottimo intervento di Kessié

33’ ˗ Da una posizione non troppo distante dalla precedente, Calhanoglu mette al centro dell’area ma la traiettoria del suo traversone è troppo bassa e Bessa non ha problemi ad allontanare di testa

32’ ˗ Lazovic ci prova dalla grande distanza: palla direttamente in tribuna

31’ ˗ Higuain si lamenta di una gomitata subita da Gunter ma, anche stavolta, l’arbitro non è dello stesso avviso

31’ ˗ Laxalt trattiene in maniera decisamente vistosa un avversario: l’arbitro fischia ma non estrae cartellini

29’ ˗ Sugli sviluppi del calcio di punizione, il turco prova a sorprendere Radu sul palo lontano ma la conclusione è troppo telefonata

28’ ˗ Mazzitelli atterra Rodriguez in maniera piuttosto goffa: calcio di punizione a poca distanza dal limite dell’area rossoblù. Calhanoglu sulla palla

27’ ˗ Bessa tenta la conclusione dal limite dell’area, non trovando altro che il fondo del campo

24’ ˗ Occasione Genoa. Piatek riceve da Kouamé al centro dell’area e, di prima intenzione, si gira con il destro, sfiorando il palo alla sinistra di Donnarumma. La deviazione di un difensore sembrava evidente ma l’arbitro non l’ha ravvisata

22’ ˗ Occasione Genoa. Piatek ci prova dal limite dell’area, ignorando le richieste di Kouamé, meglio piazzato e gettando al vento un’occasione d’oro

22’ ˗ Occasione Milan. Rapido scambio Kessié˗Suso dalla solita fascia destra a liberare Higuain che, di prima intenzione colpisce, sparando altissimo sopra la traversa

18’ ˗ Occasione Milan. Suso riceve sulla fascia e, dopo un primo tocco, cerca di premiare la corsa di Kessié che, penetrando in area, non riesce a trovare lo specchio della porta, calciando poco lontano dal palo

15’ ˗ Occasione Genoa. Kouamé ruba palla al limite dell’area rossonera, dopo una serie di batti e ribatti: la sua conclusione viene conquistata da Donnarumma con una facile presa a terra

13’ ˗ Zukanovic prova a mettere al centro dell’area avversaria un cross, contrastato da un difensore: calcio d’angolo per il Genoa

12’ ˗ Kessié prova ad accelerare sull’esterno ma Criscito è attento e allontana

10’ ˗ Troppo alto il cross di Suso verso i compagni: Higuain e Cutrone non possono far altro che osservare il pallone uscire dal campo

9’ ˗ Occasione Milan. Cutrone riesce abilmente ad uscire dalla linea difensiva del Genoa, per poi arrivare a calciare con forza con il destro: palla che finisce innocua tra le braccia di Radu

7’ ˗ Biraschi cerca la profondità ma Rodriguez intercetta, allontanando il pericolo

4’ ˗ GOL MILAN!!! Suso dalla distanza la infila direttamente vicino al palo alla sinistra di Radu: il portiere ci prova ma il tiro è troppo angolato per lui

3’ ˗ Romagnoli sbaglia il tocco favorendo la discesa di Piatek ma la difesa rossonera riesce a recuperare, sventando il pericolo

1’ ˗ Pasqua fischia il calcio d’inizio: è la squadra ospite a battere il primo pallone dell’incontro

Milan e Genoa sono scese in campo e sono pronte a dare inizio al recupero della 1° giornata di Serie A, sotto una pioggia scrosciante


Milan-Genoa: formazioni ufficiali

Milan (3-5-2): Donnarumma; Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Calhanoglu, Laxalt; Cutrone, Higuain. Allenatore: Gattuso

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Gunter, Criscito; Lazovic, Romulo, Mazzitelli, Bessa, Zukanovic; Kouamé, Piatek. Allenatore: Juric


Milan-Genoa: probabili formazioni e pre-partita

Qui Milan. Dopo aver ottenuto un prezioso successo contro la Sampdoria, Gattuso sembra aver la panchina più salda ma, per confermare l’ottima impressione di carattere della sua squadra, sarà necessaria una nuova vittoria. Il tecnico, per l’occasione, appare intenzionato a confermare il modulo con il doppio attaccante, rappresentato da Cutrone˗Higuain, con un centrocampo che vedrà dal primo minuto un’altra nota lieta dell’ultimo periodo, Castillejo, con l’ex di turno Laxalt inizialmente in panchina. A riposo anche lo stakanovista Kessié, sostituito da Bakayoko. In difesa spazio ad Abate e Rodriguez sulle corsie.

Qui Genoa. Dopo essere riusciti ad arrestare la pressoché irrefrenabile corsa della Juventus, gli uomini di Juric cercheranno di fermare un’altra big del campionato. Il tecnico continuerà a mantenere il suo assetto tattico di fiducia, il 3˗5˗2 con Gunter al centro della difesa, coadiuvato da Biraghi e Criscito. Sugli esterni, spazio a Lazovic da una parte e a Pereira dall’altra, mentre a centrocampo si muoverà il terzetto composto da Mazzittelli, in ballottaggio con Sandro, Bessa e Romulo. In avanti spazio al duo Kouamé˗Piatek

Milan (4-4-2): Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Bakayoko, Biglia, Castillejo; Cutrone, Higuain.

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Gunter, Criscito; Pereira, Romulo, Mazzitelli, Bessa, Lazovic; Kouamé, Piatek.


Milan-Genoa: precedenti

Quella che andrà in scena allo stadio San Siro tra Milan e Genoa sarà la sfida numero 101 in Serie A tra le due formazioni, portatrici di una storia ultracentenaria. I rossoneri guidano il complessivo bilancio con 48 vittorie a 19, mentre i pareggi sono stati 33. L’ultimo confronto disputatosi in Lombardia risale alla scora stagione ed ha avuto come risultato finale uno scialbo pareggio a reti inviolate. L’ultima vittoria rossonera risale alla stagione precedente, di misura, grazie alle reti di Mati Fernandez mentre l’ultima vittoria del Grifone risale alla stagione 2014/2015: in quell’occasione Bertolacci, Niang e Iago Falque riuscirono a scardinare per ben tre volte la fragile difesa rossonera, conquistando una vittoria importantissima.


Milan-Genoa: arbitro

Sarà Fabrizio Pasqua, della sezione AIA di Tivoli, l’arbitro designato a dirigere il recupero della prima giornata di Serie A tra Milan e Genoa. Per il fischietto classe ’82, originario di Nocera Inferiore e libero professionista, questa sarà la sesta gara in stagione dopo 4 partite dirette in Serie A e Catania˗Verona in Coppa Italia. Per l’occasione, Pasqua sarà coadiuvato dagli assistenti Giacomo Paganessi e Damiano Di Iorio, il quarto ufficiale sarà il Sig. Gianluca Manganiello mentre alla postazione VAR siederanno Paolo Silvio Mazzoleni, coadiuvato da Luca Mondin.


Milan-Genoa Streaming: dove vederla in tv

Milan-Genoa sarà trasmessa a partire dalle ore 20.30 in diretta tv satellitare sulle frequenze di Sky Sport Serie A (canale 202 dello Sky Box, in HD 241) e Sky Calcio 1 (canale 251 dello Sky Box, anche in HD), oltre che in streaming per pcsmartphone e tablet su tutti i device iOSAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go o, per gli abbonati, su NOW TV. Ecco una lista dei siti per vedere le partite in diretta: Stream HD Calcio.