Milan, la chiamata che poteva far saltare l’affare Kakà

© foto www.imagephotoagency.it

Retroscena sul ritorno in rossonero dell’asso brasiliano.

CALCIOMERCATO MILAN KAKA’ – Una trattativa rinata negli ultimi giorni di mercato, ma estenuante, quella che ha riportato Ricardo Kakà al Milan. Uno dei giocatori più pagati della storia del Real Madrid, torna in rossonero (quasi) gratis. Rischiava di saltare tutto, però, perché dopo che era stato raggiunto l’accordo con il Real Madrid e quello con l’entourage del giocatore per un ingaggio da 4 milioni di euro all’anno, è arrivata all’amministratore delegato Adriano Galliani la chiamata di Bosco Leite, padre del trequartista brasiliano, che ha chiesto 400 mila euro di più, mandando su tutte le furie il dirigente rossonero, che ha urlato al telefono che il Milan non avrebbe rilanciato. Prendere o lasciare e alla fine l’ha spuntata Galliani, perché, come raccontato dal “Corriere dello Sport”, dopo pochi minuti è arrivata una nuova chiamata, questa, però, con toni più concilianti e allora il sì al contratto è diventato definitivo.

Si diceva, appunto, quasi gratis, perché sono emersi nuovi particolari in merito all’accordo con Florentino Perez: certo Kakà è stato liberato senza incassare un euro, ma la prossima estate nelle casse merengues potrebbero arrivare 5 milioni di euro, in base agli eventuali obiettivi raggiunti dalla squadra di Massimiliano Allegri.