Connettiti con noi

Juventus News

Milan, a tutto Reina: «Pronto a farmi da parte per Gigio. Sulla Juve…»

Pubblicato

su

Reina Milan

Pepe Reina fa il punto della sua stagione al Milan, analizzando il momento difficile dei rossoneri e parlando anche della lotta scudetto

Spesso decisivo, un professionista esemplare. Pepe Reina non è mai banale, nemmeno con le parole. Il portiere rossonero, intervistato ai microfoni di Sky Sport, ha parlato a tutto tondo sul momento difficile del Milan e sui suoi compagni, con parole incoraggianti verso il collega Donnarumma: «Sono sempre stato abituato a giocare ogni partita titolare, ma quello di secondo è un ruolo che in questo momento devo accettare. Sono un professionista e do il meglio in ogni circostanza, anche per far crescere Gigio. È ora che cominci a raggiungere la giusta regolarità, a sbagliare poco e ad aiutare la squadra a raccogliere più punti possibile in campionato. Tuttavia, non bisogna dimenticare che Donnarumma è un ragazzo di soli 19 anni, nonostante giochi in Serie A già da diverse stagioni. Serve equilibrio nel giudicarlo».

L’ex numero uno napoletano ha poi virato su altri membri chiave della squadra: «Gattuso sta facendo passi da gigante, va più veloce di Sarri. Maurizio è venuto dal basso, ha fatto anni di gavetta prima di diventare il grande tecnico che è ora. Entrambi hanno personalità da vendere, sono molto umili e hanno un DNA guerriero. Higuain ha qualche problema alla schiena da monitorare, ma ha tanta fame e voglia di rivalsa, quando sarà tornato in forma al cento percento farà la differenza. Gonzalo è uno dei migliori attaccanti al mondo, ora tocca a lui dimostrarlo sul campo e portarci ai nostri obiettivi. Il gruppo è molto unito. Ora siamo in difficoltà a causa degli infortuni, ma se riusciremo a superare questo momento ne usciremo molto rafforzati. Per la corsa scudetto non ci sono rivali al momento, la Juve è l’unica vera favorita e se sta bene può chiudere i giochi già ad aprile. Ma a me interessa concludere la stagione tra i primi quattro e magari vincere qualche coppetta».