Connettiti con noi

Hanno Detto

Montolivo: «Il Milan dipende da Ibrahimovic? No, da Pioli…»

Pubblicato

su

Montolivo

L’ex centrocampista del Milan Riccardo Montolivo ha parlato della stagione dei rossoneri e dell’importanza di Pioli

Riccardo Montolivo, ex centrocampista del Milan, in una intervista a Tuttosport ha spiegato l’importanza di Stefano Pioli per la squadra rossonera.

MILAN IBRA DIPENDENTE – «Oggi il Milan è dipendente da Pioli. È il vero artefice di questo cambiamento. Ha migliorato tantissimo i giocatori come Calabria, Tonali, Rebic, Saelemaekers, Leao… Ha una capacità incredibile di mettere a proprio agio i giocatori che allena. Riesce a sfruttare al 100% le qualità di ognuno. In questi due anni al Milan Pioli ha svolto un lavoro pazzesco».

PIOLI: «Come proposta di gioco è il tecnico migliore in Italia. Sono innamorato dal modo in cui fa giocare la squadra. Può diventare un grandissimo allenatore. Ha un gioco moderno. In difesa è una squadra ordinata, mentre in attacco ragiona più sulle situazioni degli spazi. Terzini che ragionano da centrocampisti e esterni che ragionano da terzini. Il Milan non da punti di riferimento in campo, è assai difficile affrontarlo. Mi sarebbe piaciuto farmi allenare da mister Pioli».

TONALI – «La sua crescita è stata esponenziale. È il miglior centrocampista del Milan e forse anche del campionato. Mi ha colpito la sua costante presenza in campo, il suo peso specifico in ogni giocata. Si sente adesso se c’è o non c’è Sandro Tonali. Fare una giocata nel Brescia è diverso che farla al Milan. C’è chi si adatta subito e chi impiega una stagione e dentro c’è anche la pressione e tantissimi fattori come il prezzo del cartellino, l’impegno, i paragoni ecc… Quest’anno ha iniziato il ritiro con un’altra consapevolezza e ora sono venute fuori tutte le sue qualità».

LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE SU MILAN NEWS 24