Napoli, De Laurentiis: «Contesto le accuse di Nicchi»

© foto www.imagephotoagency.it

Il comunicato del presidente dei partenopei

Prosegue la polemica a mezzo stampa tra De Laurentiis e Nicchi. Il numero uno dell’AIA recentemente ha stigmatizzato l’attacco agli arbitri del presidente del Napoli nel post-partita del posticipo con la Juventus, ma quest’oggi il patron del club partenopeo ha risposto con un lungo comunicato apparso pochi minuti fa sul sito web ufficiale: «Contesto totalmente le accuse di Nicchi nei miei confronti. Anche se non mi sorprende che il capo degli arbitri abbia voluto difendere chi aveva commesso gravi errori.  Questa volta le sue dichiarazioni sono in totale contrasto con quanto acclarato ampiamente dalle immagini televisive. I miei tweet sono semplici, essenziali e assolutamente non offensivi, poiché fotografano la realtà dei fatti ampiamente poi condivisa e ribadita da gran parte dei media».

LE DICHIARAZIONI –  Prosegue il presidente del Napoli: «Da Pechino non ho più giudicato alcun episodio arbitrale, così come non hanno espresso giudizi nè tecnico e né squadra. Questa volta però, in una partita così delicata, la macroscopicità degli errori è stata tale che ho ritenuto evidenziarli. Venendo dal cinema sono stato educato per la democraticità e la libertà d’espressione. La critica è sempre costruttiva per migliorare le prestazioni di tutti noi protagonisti inclusi gli arbitri che devono assolutamente, per professione e cultura, essere rigorosissimi nell’imparzialità».

TECNOLOGIA – Infine, chiude De Laurentiis: «Il pensiero personale che ho inteso esprimere ha l’unico significato di evidenziare l’inadeguatezza dell’attuale sistema e la necessità di una urgente revisione dello stesso, come l’introduzione della moviola in campo che da più anni ho sollecitato. Moviola che per altro viene già utilizzata in molti sport professionistici».